Il MW} Capo d'Orlan l'emozionante Giro d'Europa in 120 giorni Viaggio alla scoperta delle sette squadre che i biancazzurri affronteranno nella fase a gironi Pagina a cura di Paolo Cuomo CAPO D'ORLANDO Il giro d'Europa in 120 giorni è pronto a partire. Dopo la strepitosa qualificazione alla fase a gironi di Champions League cui ha fatto seguito l'imbarazzante debutto in Serie A contro Pistoia, oggi l'Orlandina s'imbarcherà in direzione Bologna, da dove prenderà il volo verso una nuova, affascinante dimensione. Dispendiosa sì e anche molto, ma tmica per le emozioni che saprà regalare. Saranno 14gior-nate da vivere tutte d'un fiato, con l'Orlandina che sfiderà club emergenti e blasonati: almeno tm paio potrebbero partecipare con ottimi risultati anche all'Eu-rocup, la seconda competizione continentale per importanza. E allora proviamo a conoscerli meglio in ordine di calendario. Gaziantep (10/10-12/12) La città turca che sorge quasi al confine con la Siria può vantare unadelle squadre-novità delric-chissimo campionato turco, in questo momento il più competitivo d'Europa. Il debuttodell'Or-landina avverrà martedì alla SahinbeyKaratas SportHallche può ospitare 6400 spettatori (palla a due alle 19.30 con diretta su Youtube). Gaziantep che nella passata stagione ha raggiunto come i paladini i quarti (eliminata dal Besiktas), dopo aver chiuso la regular season in settima posizione. In estate la squadra allenata dal greco De-das - che in campionato esordirà domani sul parquet del Gala-tasaray - ha rivoluzionato l'organico per provare a renderlo ancora più solido. Una sola conferma (il lungo sloveno Jure Ba-lazic) e tanti ingaggi di spicco: il pivot americano Dj White, ammirato per due stagioni a Torino, dopo 138 partite nella Nba, l'ala Cameron Clark, che ha fatto bene a Cremona e si è laureato campione francese con Chalon e l'altro esterno Victor Rudd, che arriva da una positiva esperienza nel Maccabi Tel Aviv. Il playmaker è l'esperto Mark Lyons, giramondo dei tornei europei, con tanti punti nelle mani, redu-cedaun'ottima parentesi all'Ha-poel Tel Aviv. Da seguire anche la guardia Sean Armand. Gaziantep è una delle pretendenti alla qualificazione agli ottavi. Chalon (17/10 -19/12) Dopo il big-match di domenica prossima contro la corazzata Milano (che non si giocherà più in posticipo televisivo), per uno scherzo del calendario, seconda trasferta consecutiva nella piccola Chalon sur Saone (città a 340 km da Parigi) che nello scorso giugno ha vinto, a sorpresa, lo scudetto. La nuova annata è però cominciata con il segno meno, anche per l'addio di giocatori fondamentali come, appunto, Cameron Clark che l'Orlandina si ritroverà subito di fronte in Turchia. Chalon ha perso le prime tre partite di French League, nonostante l'apporto del "bomber" ex Roseto, Adam Smith. In squadra ci sono il realizzatore Lance Harris, altri due recenti ex "italiani", Putney (Caserta) e Joseph (Brindisi), un ex compagno di Justin Edwards nell'Alba ungherese (James Farr) e i lunghi Camara e Gillet. Faticherà per entrare nelle prime quattro. Paok Salonicco (24/10-9/1) Ecco il blasone sul parquet per la "prima" casalinga. Il Paok all'inizio degli anni '90 è stata una Un sogno lungo 14 partite da vivere contro club emergenti e blasonati: si parte martedì dalla Turchia grande di Grecia prima che lo strapotere di Panathinaikos e Olympiacos lasciasse poco o nulla agli altri club. Due titoli, una Coppa delle Coppe e una Korac (se vogliamo, l'attuale Fi-ba Champions League) per il Paok che deve ancora esordire nell'ormai modesto (a causa della crisi) campionato ellenico. Infatti dietro le due "big" che lottano per vincere l'Eurolega, solo l'Aek Atene sembra reggere. E i celebri bianconeri non fanno troppa paura: l'asse play-pivot Dillard-Krubally è passata anche dall'Italia come Brandon Triche, la guardia che trascinò Trento alla promozione in Anel-la finale del "PalaFantozzi". Il tiratore Linos Spyridon Chrysiko-poulos può far male e per il resto tanti onesti comprimari. Tenerife (1/11-16/1) Ed ecco la super favorita. Non solo del girone. La squadra delle Canarie detiene il trofeo, vinto nella Final Four giocata al Pabellon "Santiago Martin". Dove ha appena conquistato anche la Coppa Intercontinentale, battendo i venezuelani del Guaros de Lara con 21 punti e 9 rimbalzi del suo centro Mike Tobey, vero cardine del quintetto. Tenerife allenata da Ne-nad Markovic è riuscita a confermare il gruppo storico (i pic-coliDavinWhite,RichottieSan Miguel; l'eccellente "quattro" Tim Abromaitis; l'ala Javier Beiran; l'esperto centrane Fran Vazquez) aggiungendo oltre a Tobey, destinato a un'ottima carriera, il forte esterno polacco Mateusz Ponitka che si sta ritagliando un importante spazio internazionale. Ottima la partenza in Liga (dove lo scorso anno ha raggiunto i quarti), con 2 successi su 2. Neptunas (7/11 - 23/1) Klaipeda, unico porto della Li- tuania sul mar Baltico, ha una squadra che nelle ultime stagioni ha espresso una ammirevole crescita, affiancando (assieme al Lietkabelis) nella scala dei valori di un Paese che vive perilbasket, le tradizionali Zal-giris e Lietuvos Rytas. Il Neptunas, ospite a novembre dell'Or-landina, non dovrebbe avere difficoltà a qualificarsi per la fase a eliminazione diretta grazie a gente come il lungo colombiano Juan Palacios e il nazionale Renaldas Seibutis (che ricorda l'ex Jasaitis), atleti da Eurolega. Completano il gruppo il poker di affidabili lituani Burtkevicius-Girdziunas-Ze-lionis-Galdikas e il piccolo americano Armstead. Ventspils (14/11-30/1) E restiamo sul Mar Baltico, spostandoci però in Lettonia (una delle rivelazione del recente EuroBasket), dove l'Orlandina andrà a trovare il Ventspils, che da anni contende la leadership della lega al Vef Riga. Squadra ben allenata dall'ex guardia Robert Stelmahers, parte con la leggerezza dell'essere, spinta dai canestri del nazionale Ai-gars Skele e di Maris Gulbis. Entrare nelle prime quattro sarebbe un'impresa. Ludwigsburg (5/12 - 6/2) L'andata si chiuderà ospitando i tedeschi, l'altra squadra arrivata alla fase a gironi dopo aver superato ben tre turni preliminari, facendo filotto di successi contro tre avversarie però di scarso peso (Bosna, Cluj e Bruxelles). Come consuetudine nella BBL, le squadre abbonda- no di americani di medio livello (compreso, in questo caso, il coach John Patrick) e abbiamo perso il conto di quanti ne abbia Ludwigsburg. A mettersi già in evidenza l'esterno Dwayne Evans, mentre sotto canestro c'è Adam Waleskowski e in regia il rapido Kerron Johnson. .§> Cameron Clark ha vinto il tìtolo con lo Chalon e ora gioca a Gaziantep Palla a spicchi GLI ANTICIPI DI STASERA TORINO-SASSARI (ore 20.45) CANTÙ-CREMONA (ore 20.45) LE PARTITE DI DOMANI VENEZIA-TRENTINO (ore 12) MILANO-VARESE (ore 20.45) REGGIO EMILIA-PESARO (18.15) BRESCIA-AVELLINO (17) VIRTUS-ORLANDINA (18.15) IL POSTICIPO DI LUNEDÌ PISTOIA-BRINDISI CLASSIFICA Avellino, Brescia, Milano, Sassari, Trento, Torino, Venezia e Pistoia 2 punti ; Bologna, Brindisi, Cremona, Cantù, Pesaro, Varese, Reggio Emilia e Orlandina 0. LA3a GIORNATA (15 OTTOBRE) Orlandina-Milano si giocherà non più alle 20.45 ma alle 18.15 per consentire ai biancazzurri qualche ora di riposo in più in vista della trasferta di Chalon. IL NUOVO DT AZZURRO TANJEVIC Dovrà individuare i problemi e le soluzioni da proporre al Consiglio federale, tra cui la possibilità di rivedere la Serie A con la diminuzione delle squadre e un tetto agli stranieri funzionali all'aumento del livello tecnico e di giocatori "eleggibili" in azzurro. V'Arata anche la Nazionale Under 14. La allenerà GregorFucka. Irlanda Regno Unito Paesi Bassi Germania Beir- Norvegia Estonia "VENTSPILS " " Lettonia NEPTUNAS Danimarca Utuania Bielorussia Polonia 9EUI>WIGSH^a CHALON Francia* Svizzera Slovacchia Austria Ungheria Ucraina Moldavia Slovenia Italia Romania Croazia Bosnia Serbia Bulgaria %-* Georgia Azerbaigian Armenia Portogal lo Spagna TENERIFE (iRolaCanariaf Marocco Algeria Iran Turchia GAZIANTEP Siria Iraq Tunisia Cipro Libano Giordania Israele