SOLO UN CLUB SU OTTO ANCORA IN CORSA NELLE TRE COPPE PIÙ IMPORTANTI Basket, l'Italia sparisce dall'Europa Salutano anche Torino e Avellino 17 -¦te- atini Trascorsi dall'ultimo trionfo di un'italiana in Eurolega: la Virtus Bologna sconfisse in finale Vitoria coppe Eurolega ed Eurocup sono sotto l'egida di Euroleague, Champions League e Europe Cup nel mondo Fiba MIRCO MELLONI Otto frecce, un solo bersaglio colpito. L'Europa non è più il terreno di caccia del basket italiano, che allo snodo delle Final Eight di Coppa Italia - da giovedì prossimo a domenica 18 a Firenze - è rimasto con una sola rappresentante in corsa per uno dei tre grandi trofei continentali. Con l'eliminazione ieri di Torino e Avellino, e considerando Milano fuori dai giochi per i playoff dell'Eurolega - dovrebbe vincere 8 gare su 9, dopo averne conquistate 9 su 21 -, Reggio Emilia è l'unica «sopravvissuta». Non vengono invece contate Venezia, Sassari e Avellino, retrocesse dalla Champions alla piccola Fiba Europe Cup, dove alle rivali spagnole, turche e greche si sostituiranno avversarie ungheresi, danesi, olandesi e romene. Dire che l'Italia valga quei confronti sarebbe severo, ma è in- REPORTERS La Fiat illude ma cede allo Zenit 73-87 Eurocup, Top 16: contro i russi Torino avrebbe dovuto vincere di 12 punti (foto: lannuzzi al tiro) negabile che la serie A sia uscita dal salotto buono europeo. Movimento più povero Si tratta della conseguenza per un campionato in cui l'equilibrio si è spostato verso il basso e Milano - unica realtà con un budget da big europea, mentre a inizio Anni 2000 c'erano Siena, Treviso e le due Bologna -non sfonda in Europa e non domina neanche in patria. I grandi nomi non giocano più qui: per americani ed europei l'Italia è un trampolino verso contratti più remunerativi. Basta citare un dato: tra i 16 palasport della serie A solo a Capo d'Orlando (una tensostruttura) l'impianto è nato dopo il 2000. Non sorprende che le eccellenze siano emigrate: dirigenti come Gherardini (campione europeo al Fenerbahge), giocatori come Belinelli (conteso da mezza Nba in vista dei playoff) Gal-linari, Datome, Hackett e Melli, tecnici come Messina, Scariolo, Trinchieri e forse Luca Banchi (Barcellona?), dopo aver lasciato Torino. Dove il caos dopo la sua partenza è simbolo di un movimento incapace di sfruttare il proprio potenziale. Ieri la Fiat ha tentato il colpo di coda in casa contro lo Zenit S.Pietroburgo ed è anche riuscita a raggiungere il +12 che le avrebbe dato la qualificazione (39-26 al 16'), ma poi è crollata (73-87 alla fine), uscendo di scena. Promossa Reggio Emilia Dopo il 2012, quando a metà febbraio l'Italia era in corsa con tutti e 4 i club nell'Europa che conta, la serie A ha qualificato il 35% delle realtà alle fasi primaverili. Tra 2003 e 2007, la cifra era stata quasi doppia (65%). Nel decennio in corso, l'Italia ha vinto solo l'Euro-challenge 2014 con Reggio Emilia, la cui vocazione europea trova una conferma anche se in A gli emiliani sono fuori dalla zona-playoff. Segno che nessun club italiano, oggi, è davvero felice. Blindi, minimi dura,j""!"'' IplkLidiedi Messi gir.-' ' valgono HO milioni «j^r ¦un-. 2~ -