BASKET » L'INFORTUNIO Niente di ratto per Jones, il Banco respira Per il centro, caduto rovinosamente contro l'Enisey, solo una forte contusione. Ma per domenica il recupero è difficile di Andrea Sini » SASSARI Non c'è niente di rotto e con tutta probabilità ci sarà bisogno di intervenire immediatamente sul mercato. È la mezza buona notizia che ha riportato un minimo di serenità in casa Dinamo, dopo la grande paura di mercoledì notte: Shawn Jones non sta bene ma gli esami effettuati subito dopo la brutta caduta sul parquet sembrano escludere quello che più si temeva. Ovvero una frattura del bacino o di una delle ultime vertebre. È solo una mezza buona notizia, perché il centro americano del Banco di Sardegna resta sotto osservazione e le sue possibilità di essere in campo domenica nel delicato confronto con la Virtus Bologna in questo momento sono minime. L'incidente è capitato nelle primissime battute della gara di Cham-pions League contro i russi dell'Enisey Krasnoyarsk: quando sul cronometro non erano trascorsi che 2 minuti, l'ex giocatore della Sidigas Avellino ha recuperato palla in difesa e si è involato verso il canestro avversario. Arrivato nei pressi dell'area colorata ha caricato sulle gambe per una schiacciata a due mani, ma un attimo prima che la palla venisse depositata a canestro è stato travolto da Meier: il lungo della formazione siberiana, come si vede chiaramente nelle immagini, è andato a cercare la palla o comunque le mani di Jones, ma il suo intervento è stato troppo scomposto e hafinito per sbilanciare il numero 22 della Dinamo, che è caduto rovinosamente sul parquet battendo l'osso sacro. Dopo un paio di minuti Jones si è rialzato, si è anche presentato in lunetta per tirare i liberi conseguenti al fallo, ma ha dovuto alzare bandiera bianca ed è andato direttamente negli spogliatoi. Dove ha accusato dolori fortissimi, tanto da convincere lo staff biancoblù a chiamare un'ambulanza per trasportarlo al pronto soccorso. Da quel momento in poi, da casa Dinamo non è filtrata alcuna notizia ufficiale, ma ieri Jones si è certamente alzato dal letto (è stato avvistato dalle parti del palazzetto) ed è possibile che oggi la società sassarese emetta un bollettino sulle sue condizioni. Ieri intanto la squadra è rimasta a riposo mentre oggi tornerà al lavoro. Oltre alle condizioni di Jones, c'è da valutare anche lo stato di salute di Jack Devecchi. Il capitano, fermato- si dieci giorni fa per un problema a un adduttore, anche mercoledì è rimasto in panchina, senza forzare neppure nel riscaldamento. Problema non ancora risolto o semplice prudenza? Anche in questo caso se ne saprà di più dopo l'allenamento di oggi. Passando alle note positive, coach Pasquini ha avuto ottime risposte sia dall'ultimo arrivato, Josh Bostic (19 punti, tutti segnati nel primo tempo, e un buon lavoro in difesa), che da Rok Stipcevic: il play croato, finito sotto i ferri l'ultimo giorno dell'anno per una frattura alla mano destra, ha rimesso piede sul parquet, mostrando di essere decisamente a buon punto a livello di condizione. Per lui 22 minuti in campo, con 12 punti segnati e 5 falli subiti, ma soprattutto una regia ordinata e lucida. In arrivo, come detto, c'è la Segafredo Bologna di coach Ramagli, che ha vinto 7 delle ultime 8 gare di campionato e che nella sfida in programma a mezzoggiomo al PalaSerradi-migni avrà a disposizione anche Alessandro Gentile: l'ex giocatore dell'Olimpia Milano è al rientro dopo due giornate di squalifica per la rissa contro Trento. Il centro Shawn Jones, americano con passaporto kosovaro