Ale Gentile e la Virtus, un feeling da consolidare Cifre II giocatore segna un quinto dei punti bianconeri L'ALA CAMPANA HA SALTATO LE ULTIME DUE GARE PER SQUALIFICA. RIPARTIRÀ' IN QUINTETTO IN UNA TRASFERTA MOLTO INSIDIOSA PER LA V NERA Massimo Selleri ¦ Bologna DEI CIRCA 80 punti che la Virtus segna in media in ogni partita, Alessandro Gentile ne realizza quasi 17. In termini relativi questo significa che l'ala bianconera, da sola, firma il 21 per cento dei tiri messi a segno dalla sua squadra. La percentuale rimane la stessa se si prendono in considerazione i tiri tentati dalla V nera nel suo complesso e quelli provati dal giocatori. In altre parole, almeno dal punto di vista statistico, non è quel «mangiapalloni» che spesso viene descritto. Magari si potrà dire che in attacco tende ad accentare troppo il gioco, ma su questo punto Ramagli, nelle ultime gare precedenti ai due turni di squalifi- ca, aveva trovato ì giusti correttivi, facendo in modo che anche nei minuti finali il gioco rimasse corale. La domanda se con il suo rientro le cose cambieranno all'interno del sistema bianconero è legittima e se la risposta diretta è lasciata al campo, la risposta indiretta è che di Alessandro Gentile questa squadra ha bisogno come il pane. Con tutto il rispetto per le due formazioni, si può pensare di affrontare Capo d'Orlando e Pesaro senza il miglior terminale offensivo, ma già domenica a Sassari la musica sarà diversa. La Segafredo scenderà sul campo di una squadra che davanti al suo pubblico vuole trovare le vittorie per risalire la china e riportarsi stabilmente in zona playoff. Fino a qui hanno raccolto meno rispetto a quello che loro talento lascerebbe supporre, ma come spesso capita in questi casi nella parte finale della stagione i veri valori emergono. QUESTO VALE anche per la Virtus e e soprattutto per Alessandro Gentile. La scorsa stagione fu piena zeppa di difficoltà per il giocatore campano per cui un periodo di rodaggio era da mettere in preventivo, ma stando alle partite con Reggio Emilia e Trento, le ultime disputate dall'esterno, questa fase sembra essersi ampiamente conclusa. Ieri la squadra si è allenata al gran completo, grazie al definitivo recupero di Klaudio Ndoja, in una settimana dove coach Ramagli non ha dovuto fare i conti con le ormai croniche defezioni. PUNTA Alessandro Gentile, primo realizzatore della Virtus (Ciamillo)