GLI AVVERSARI Ramagli: «Stiamo bene, approfittiamone» » SASSARI «Vado in Sardegna con tutti gli effettivi, ed è la cosa più importante. I momenti di emergenza vanno vissuti con grande positività, e spesso le difficoltà devono rappresentare una opportunità. Noi abbiamo saputo cogliere la situazione, indirizzandola nella direzione che volevamo». Le parole di coach Alessandro Ramagli sitetizzano il momento positivo attraversato dalla Virtus Bologna, che arriva a Sassari con l'obiettivo di allungare la striscia positiva per poi concentrarsi sulla Final Eight. «In generale, noi adesso gio- chiamo meglio a pallacanestro rispetto a prima. Spesso e volentieri giochiamo proprio bene a pallacanestro - sottolinea Ramagli -. Questo è il primo passo, perché se non esprimi della qualità non puoi pensare di essere competitivo contro squadre attrezzate e di livello. Quello che un po' ci manca è la continuità. Se devo pensare a un elemento che possa rappresentare lo step vincente su un campo come quello della Dinamo, credo che sarà la continuità di rendimento. Se riusciremo a esprimerci con una partita stabile, saremo competitivi fino all'ultimo tiro. È il piccolo, ma nemmeno troppo piccolo, passo successivo che dobbiamo mettere in cantiere». La Virtus è finalmente al completo. «Aver ritrovato tutti i miei uomini è una bella notizia. Anche se Ndoja sarà al rientro dopo una settimana di lavoro col gruppo, e ancora con una situazione non ottimale per quanto riguarda la mano: la guarigione è assodata, ma trattandosi della mano di tiro dovrà ancora un po' tribolare per ritornare alla normalità. Però credo che la cosa più importante sia riavere il numero di giocatori necessario per ricostruire rotazioni più consone ad un momento della stagione che ci metterà a dura prova».