BASKETA QUARTA GIORNATA DI RITORNO VISTO IL TOUR DE FORCE E LA FINAL EIGHT IN VISTA PIANIGIANI ALLARGA LE ROTAZIONI DELL'OLIMPIA SCENDE IL TASSO ATLETICO E GIGANTEGGIA MICOV EA7 imballata per metà gara Si sveglia e saluta Brindisi In Puglia Milano resta capolista. Spazio a Cusin e Abass Brindisi 25-18,42-40,49-60 BRINDISI: Suggs 13, Tepic 8, Oleka ne, Smith 7, Mesicek 17, Cardillo, Si-rakovne, Moore9, Donzelli, Lydeka 15, Di Maggio ne, Giuri 3. Ali: Vituc-ci. MILANO: Goudelock 14, Micov 17, Tomba ne, Pascolo 6, Kuzminskas 8, Cinciarini 5, Cusin 2, Abass 8, Theodore 12, Bertans 9, Jerrells, Gudaitis 9. Ali: Pianigiani. Note Tiri da 2 BR 19/35 M119/34 Tiri da 3 BR 8/25 MI 8/19Tiri liberi BR 10/14 MI 22/28 Rimbalzi BR 27 (Tepic 6) MI 37 (Micov 7] Assist BR 16 (Tepic 5) MI 8 (Micov 4]. Sandro Pugliese Milano MANTIENE la sua corsa da capolista in gruppo l'EA7 Milano che non si fa sorprendere a Brindisi e infilza la squadra di casa per 72-84 con una ripresa pugnace e grintosa soprattutto dal punto di vista difensivo. E in una gara dove il tasso atletico scende leggermente, torna a giganteggiare il tecnicissimo Vladimir Micov che gioca una gara a tutto tondo con 4/6 da 2, 3/3 da 3, 7 rimbalzi e 4 assist giocando praticamente in tutti i ruoli. Pianigiani ne approfitta per allargare anche le rotazioni visto il tour de force con la gara appena giocata in Eurolega a Belgrado e il quarto di finale di Coppa Italia già in vista ve- nerdì a Firenze. Così trovano buono spazio anche Cusin e Abass, in campo rispettivamente 19 e 16 minuti con l'ala in particolar modo protagonista di un buon bottino offensivo (2/3 da 3 e 2/2 ai liberi). In realtà il match era partito male per i biancorossi, sorpresi dall'energia dei brindisini che con Smith e Tepic arrivano fino al +7 a fine primo quarto. Al 18' arriva anche il -8 per Milano (37-28), poi finalmente la squadra si ridesta e proprio con i punti di Micov accorcia, 42-40 all'intervallo. Il primo vantaggio arriva con Goudelock che segna da 3 per il 42-45 subito in apertura, poi è la coppia tricolore Abass-Cusin che propizia il primo allungo con 7 punti consecutivi per il 46-55 al 27 . Da quel momento l'Olimpia non si guarda più indietro, subendo 7 punti in tutto il terzo quarto. Il massimo vantaggio è targato Micov sul 62-80 a un paio di minuti dal termine, ma è già ampiamente inserito il pilota automatico che porta alla vittoria finale. TECNICISSIMO Gara a tutto tondo per Micov che ha giocato in tutti i ruoli