MAI DOMA Cremona in fuga poi ripresa e superata Gara incerta fino alla fine alaRadi L'esperienza premia Venezia Cremona dà battaglia e cede solo al fotofinish Cremona 20-17,43-48,62-61 CREMONA: Johnson-Odom 23, Martin 11, Gazzotti ne, T.Diener 2, Ricci 4, Ruzzier, Fontecchio 8, Sims 21, D.Die-ner 10, Milbourne 4, Portannese. Ali: Sacchetti. VENEZIA: Haynes 8, Peric 18, Johnson 12, Bramos 12, To-nut 2, Daye 9, De Nicolao 2, Bolpin ne, Ress ne, Biligha 5, Cerella, Watt 17. Ali: De Raffaele. Arbitri: Lanzarini, Attard, Calbucci. Note: Fallo antisportivo a Daye al 12'. Tiri da due: Cr 23/49, Ve 20/34. Tiri da tre: Cr 6/25, Ve 9/25. Tiri liberi: Cr 19/23, Ve 18/18. Rimbalzi: Cr 35, Ve 35. Palle recuperate: Cr 11, Ve 3. Palle perse: Cr 10, Ve 20. Assist: Cr 16, Ve 15. Cremona UNA GAGLIARDA Cremona regge alla grande l'urto con i campioni in carica di Venezia, gioca alla pari per 40' conducendo la partita per larghi tratti, ma subisce la beffa grazie alla maggior esperienza dei veneti. Finisce 85-83 per la Reyer, ma Cremona esce a testa altissima dal confronto. Si decide tutto negli ultimi 12 secondi quando Johnson fa 2/2 dalla lunetta e regala l'83-80. Bramos ingenuamente fa fallo su Daye da tre, ma il leader di Cremona sbaglia il secondo e, per provare a impattare, sbaglia anche il terzo. Haynes dall'altra parte fa 2/2, 85-81, Johnson-Odom accorcia, 85-83, Haynes commette un'ingenuità pestando la riga a 1 "56 centesimi dalla fine, ma la tripla di Drake Die-ner da nove metri non arriva al ferro. Massimo Rossi