Basket Serie A: contro Reggio Emilia bene i primi due quarti, poi la squadra perde sicurezza e negli ultimi 5 minuti finisce in balia degli avversari Orlandina crisi infinita, ottavo ko consecutivo Stojanovic trascinatore, Ikovlev saluta con un gran 1. tempo. Decisive tre triple da campione di Della Valle Giuseppe Lazzaro CAPO D'ORLANDO Amedeo Della Valle, sin lì in una serata in chiaroscuro, decide negli ultimi 3' una sfida intensa al "PalaSikeliArchivi" che una buona Orlandina, stavolta con l'atteggiamento giusto, ha accarezzato a lungo di vincere. Tre triple della guardia della nazionale (e la mostruosa prestazione di Cervi in attacco, 82% dal campo) hanno certificato l'exploit di Reggio Emilia e la Beta-land annaspa sempre più: 8 sconfitte di fila (come nel 2015/16), quattordicesima coppa compresa alla vigilia della lunga pausa alla quale arriva da penultima visto che Pesaro ha ceduto in casa a Torino rimanendo due gradini sotto. Pausa utile per l'Orlandina colmare le gravi lacune nell'organico. Ci saranno interventi profondi nel reparto lunghi. L'Ikovlevdel primo tempo meriterebbe di restare, il Delas di tutta la partita (a parte lo sprazzo iniziale) merita di fare le valigie (andrà a Varese?). Nel secondo tempo l'Orlandina ha perso misure e reattività, solo Stojanovic è stato presente in attacco. Mancava Maynor ma nella Reggiana non c'era Mar-koishvili. Prime schermaglie (6-6 a 7'29" con un buon impatto di De-las, 4 punti ma anche due falli), mini allungo con un 2+1 di Cervi (6-11), Stojanovic mette cinque punti in fila (2+1 e arresto e tiro) perii pareggio a 13 a 5'40", botta e risposta Della Valle-Sto- II coach Gennaro Di Carlo ha dovuto mandare giù un altro boccone amaro Orlandina Reggio Emilia 70 81 Betaland Capo d'Orlando: Atsur 2 (0/4,0/3), Faust5 ( 1/3,1/6), Stojanovic 21(5/ 7,3/7), Wojciechowski 5 (2/3), Delas 8 (4/7), Ihring 4 (0/2), Alibegovic, Kulboka (0/1, 0/1), Ikovlev 15 (5/6,1/3), Campani 10(4/6). N.e.: Laganà, Donda. Ali.: Di Carlo. Reggio Emilia: Uompart 2 (1/1,0/1), Nevels9 (3/5,1/3), Della Valle 24 (4/9, 4/5), James White 12 (3/7,2/3), Cervi 21 (9/11), Chris Wright 8 (4/6, 0/1), Candì 1(0/1), Mussini (0/1), Julian Wright 4 (2/5). N.e.: Bonacini. Ali.: Menetti. Arbitri: Lo Guzzo, Baldini, Boninsegna. Note: parziali: 24-23; 43-37; 59-56. Orlandina: Tiri da due punti: 21/39; da tre: 5/20; liberi: 13/17; rimbalzi: 36 (Ikovlev 6); assist: 16 (Atsur 8); valutazione: 74 (Stojanovic 23). Reggio Emilia: Tiri da due punti: 26/46; datre: 7/13; liberi: 8/12; rimbalzi:27 (Della Valle 6); assist: 18 (Uompart 5); valutazione: 92 (Della Valle 30). Uscito per 5 falli: Nevels al 38'. Spettatori: poco meno di 2.000. < janovic dai 6,75 metri (16-16 a 4'10"), due magate di J.Wright perii +4Reggioa2'(17-21), prima (e unica) tripla di Faust a l'IO" (20-23 a 55"), Ihring si prende due falli e concretizza dalla lunetta (4/4) perii vantaggio, 24-23 a 19": così alla prima sirena. In avvio di secondo periodo due palle perse ingenuamente da Atsur e Faust consegnano un 4-0 a Reggio con i fiocchi (28-29 dopo 2'), Llompart protesta per un fallo, la panchina si becca un tecnico, Atsur centra dallalunet-ta, sul possesso Ikovlev prende il tempo a Della Valle e appoggia il 31-29 a 6'54". Reggio va già in bonus a 6'02", Ikovlev dalla lunetta fa il pieno e l'Orlandina prova l'allungo: 34-29 a 5'52". A 3'35" tap-in di Stojanovic per il 38-33 e un super Ikovlev che segna, prende rimbalzi e difende. L'ucraino trova un gran canestro per il +7 a 2'09" (13 punti sin qui) e poi imbuca una triplona: 43-35 e massimo vantaggio a l'32", 43-37 all'intervallo lungo. Nevels protagonista in avvio di terzo quarto: tripla del -3 ma quarto fallo, halley-oop Atsur- Wojciechowski e schiacciata del 45-40 dopo l'e mezzo. Una persa da Faust lancia Della Valle che non perdona con il fallo subito da Atsur: 2+1 del 45-43 a 7'. L'atteggiamento della Grissin Bon sembra diverso e Cervi impatta a 6'20". Ci pensa Stojanovic con una tripla da fermo, ancora Cervi in formato nazionale per il giro e appoggio del nuovo vantaggio ospite: 48-49 a 4'25". Ancora Stojanovic prende rimbalzo e guadagna il 2+1 del 51-51 a 3'40". Campani trova lo spazio per il controsorpasso (53-51 a 2'08"). Schiacciata in terzo tempo di Campani su assist diAtsur: 59-55 alla penultima sirena. Nell'ultimo quarto la Grissin Bon si affida alle individualità, C.Wright e Nevels ricuciono (62-60 a 8'22"). Cervi trova il tap-in del 62-64. Stojanovic segna una nuova tripla, Della Valle dai quattro metri per il +3 a 5', ancora Stojanovic riceve da Atsur e l'Orlandina ripassa in un tourbillon di emozioni: 69-68 a 4'14" ma sarà l'ultima volta. A 3'33" quarto fallo di Delas, Della Valle dalla lunetta: 69-70. Ancora Della Valle colpisce da tre a 2'40": 69-73. Campani in lunetta solo uno (70-73). Ancora Della Valle da tre (70-76), Ikovlev non replica e terza tripla micidiale di Della Valle che mette il sigillo finale a 58" (70-79). Punto di riferimento. Stojanovic con 21 punti è stato il miglior realizzatore dell'Orlandina Le pagelle Atsur 5 Produce assistenze in serie (8) ma non trova mai il canestro del campo (0/7). Nervoso e falloso. Faust 4,5 Gioca quasi 33' ma non incide ed è fumoso. La nuova guardia titolare non può lasciare con una sola tripla e il 22% dal campo con soli due canestri a fronte di nove tentativi. Anche 5 palle perse, -2 di valutazione. Stojanovic 8 Fa veramente tutto e di più, da quando è rientrato dopo il lungo stop è anche il migliore realizzatore. Arpiona 5 rimbalzi, subisce altrettanti falli, il migliore con 23 di valutazione. Wojciechowski 5 Qualche fiammata e nulla più, prova modesta (5 punti, 4 rimbalzi) e un fantasma in difesa davanti a Cervi. Delas 4 Inizio strepitoso (6 punti nei primi 3'), poi si accomoda per due falli e quando rientra va in confusione. Travolto da Cervi, abulico, disattento, perde palloni. L'addio sembra segnato. Ihring 5,5 Rientra tutto in 4/4 dalla lunetta, una palla recuperata e nulla di altro in poco meno di 11'. Alibegovic s.v. Gioca solo 245" nel terzo periodo senza sporcare il tabellino. Magari meritava più minuti al posto di Faust. Kulboka 4 Un fantasma. Non parte in quintetto, 15' di nulla, 0/2 dal campo, -2 di valutazione. Altro che Nba... Campani 7 Recuperato. Mette dentro tutto quello che ha ed è l'unico argine difensivo sotto i cristalli. Va pure in doppia cifra e schiaccia alla fine del terzo quarto mandando in visibilio il pubblico. Ikovlev 6,5 Primo tempo da 8 dove non sbaglia nulla (13 punti, 6 rimbalzi, 19 di valutazione). Un secondo tempo da 5 dove cala (2 punti e nessun rimbalzo). Se andrà via lo si saprà a ore. Di Carlo (ali.) 6 Prepara tutto come si deve, stavolta la squadra arriva sino alla fine e se è affondata da Della Valle non è colpa sua. Ha la massima fiducia della società nel periodo più difficile.(g.l.)