Si sente profilino dì Final Eight «La mia Cantù una mina vagante» Basket. Presentata allo stadio Artemio Franchi di Firenze la rassegna al via giovedì Sodini: Milano è una corazzata.... Chappell: nessuno, tranne noi, si aspettava di vederci qui I capitani delle otto squadre presenti alle Final Eight: da sinistra Drake Diener (Cremona), Jeremy Chappell (Cantù), Peppe Poeta (Torino), Tomas Ress (Venezia), Claudio Ndoja (Bologna), Andrea Cinciarini (Milano), David Moss (Brescia) e Maarten Leunen (Avellino) foto gorini La maglia di Cantù in mano a Chappell LUCA PINOTTI CANTÙ Otto coach al tavolo, capitani in platea, e unbel po' di Toscana in bella mostra. Giovedì inizia la Final Eight di Coppa Italia, evento che si svolgerà per intero al PalaMandela di Firenze. E non poteva che tenersi nel capoluogo toscano la presentazione della manifestazione, con un inedito connubio basket-calcio. La conferenza si è infatti svolta nella sala stampa dell'Artemio Franchi, stadio fiorentino, con Giancarlo Antognoni club manager della Fiorentina a fare gli onori di casa: ha donato al presidente della Lba una speciale maglia viola, in cambio ha ricevuto una palla a spicchi. E non è ca- suale la scelta di Firenze e del PalaNel-sonMandela: cento anni fa nasceva il leader sudafricano della lotta all'apartheid e il basket intende così onorare questo anniversario («sarà un evento che andrà oltre lo sport»). «Un'invasione pacifica» Cantù, alle finali di Coppa Italia, ci torna dopo alcuni anni di assenza. E coach Marco Sodini (uno dei cinque allenatori toscani al tavolo, «un'invasione, imperversano ovunque...» ha detto Antognoni), ha subito pensato ai tifosi: «Porto il sentimento di gioia dei canturini che da qualche anno non erano qua per una Final Eight di Coppa Italia, sono tutti entusiasti, e ci aspettiamo un'invasione pacificaper la partita contro l'Olimpia Milano. Poi, da toscano, essere qui a Firenze per me ha un significato particolare». Sodini ha poi parlato di obiettivi: «È chiaro che vorremmo essere la mina vagante ma l'Olimpia Milano è una corazzata perfettamente allenata da coach Simone Pianigiani e di questo ne siamoben consapevoli. In ogni caso proveremo ad inceppare il loro ingranaggio». «Conosco queste emozioni» Poco dopo, la parola è passata ai capitani. Dopo Andrea Cinciari-ni, ha parlato il capitano cantu-rino Jeremy Chappell: «Conosco questo tipo di competizioni, avendo giocato e vinto lo scorso anno in Turchia la coppa nazionale con il Banvit. Conosco le emozioni che una coppa del genere può regalare. Nessuno, tranne noi, si aspettava di vedere Cantù qui. Solo noi dello spogliatoio sapevamo di potercela fare, ci siamo guadagnati questa opportunità sul campo». I biancoblù scenderanno in campo venerdì alle 18 contro Milano per i quarti di finale di Coppa Italia. Questo il quadro completo delle partite, trasmesse in diretta su Rai Sport, Euro-sport 2 ed Eurosport Player: giovedì si apre con Avellino-Cremona alle 18, a seguire Venezia-Torino alle 20.45, venerdì Mila-no-Cantù alle 18, Brescia-Virtus Bologna alle 20:45, sabato le due semifinali alle 18 e alle 20.45, la finalissima sarà domenica alle 18. L.Spo.