«Coppa Italia, vogliamo essere la mina vagante» Le parole di coach Marco Sodini alla presentazione dell'evento a Firenze In campo Venerdì alle 18 è in calendario il derby tra brianzoli e Armani Milano Foto di gruppo per i capitani delle squadre impegnate a Firenze. Jeremy Chappell, di Cantù, mostra la maglia targata Mia Basket Archiviata la terza sconfitta consecutiva in campionato, sabato scorso a Trento, la Pallacanestro Cantù è ora concentrata sulla Final Eight di Coppa Italia a Firenze. Venerdì è in calendario la sfida dei quarti tra i brianzoli - che sono vicinissimi all'ingaggio dello statunitense Victor Rudd - e Milano. Nell'attesa, oggi a Cantù sarà presentato l'abbinamento con lo sponsor Mia -peraltro annunciato da tempo - mentre ieri lo stadio Franchi di Firenze ha ospitato l'incontro dedicato all'evento tricolore con allenatori e capitani della formazioni coinvolte. A rappresentare la Mia-Red October Cantù capitan Jeremy Chappell e coach Marco Sodini. A fare gli onori di casa l'indimenticato capitano della Fiorentina, Giancarlo Anto-gnoni e la madrina della manifestazione, l'ex azzurra di atletica Fiona May. «Porto il sentimento di gioia dei cantorini che da qualche anno non erano qua per una Final Eight di Coppa Italia - ha spiegato Marco Sodini, tecnico della squadra brianzola - sono tutti entusiasti per questo e ci aspettiamo un'invasione pacifica per la partita contro l'Olimpia Milano». «Poi, da toscano, essere qui a Firenze per me ha sicuramente un significato particolare - ha aggiunto il coach dei brianzoli - È chiaro che vorremmo essere la mina vagante, ma l'O-limpia Milano è una corazzata perfettamente allenata da coach Simone Pianigiani e di questo ne siamo ben consapevoli, in ogni caso proveremo ad inceppare il loro ingranaggio». Dopo gli allenatori è arrivato il turno dei capitani, tra loro anche due ex atleti di Cantù come Maarten Leunen (Avellino) e Andrea Cinciarini (Milano). Per Cantù ha preso la parola Jeremy Chappell: «Conosco questo tipo di competizioni - ha detto - Ho giocato e vinto lo scorso anno in Turchia proprio la coppa nazionale con la squadra del Banvit». «Conosco le emozioni che una coppa del genere può regalare - ha affermato - Nessuno, tranne noi, si aspettava di vedere Cantù qui. Solo noi dello spogliatoio sapevamo di potercela fare, ci siamo guadagnati questa opportunità sul campo». Dal canto suo, l'ex Andrea Cinciarini, capitano dell'Olimpia Milano, prima avversaria di Cantù alla Final Eight di Coppa Italia ha sottolinearo: «Ci aspetta un derby difficile, ci saranno tanti canturini a seguire i nostri avversari e non sarà facile. Cantù è una squadra piena di talento, dovremo giocare una partita importante, con cattiveria ed intensità, altrimenti faremo fatica a stare al loro ritmo». I biancoblù scenderanno in campo venerdì 16 febbraio alle ore 18 contro Milano, per i quarti di finale di Coppa Italia. Il quadro completo delle partite prevede giovedì 15 Avellino-Cremona (ore 18) e Venezia-Torino (ore 20.45). Venerdì 16 l'apertura sarà con il derby Milano-Cantù (ore 18), seguita da Brescia-Vir-tus Bologna (ore 20.45). Sabato 17 le due semifinali sono previste alle 18 e alle 20.45; domenica la finale sarà alle ore 18. M.Mos.