BASKET Il d.g. saluta Pelle «Una promessa» «Glielo avevo promesso in estate: se arriva un'offerta ti lascio andare». Così il d.g. Claudio Col-debella spiega l'addio a Norvel Pelle. Al suo posto all'Openjobmetis approda Mario Delas: oggi è attesa la firma. Avrà: «Bellissimo far parte di questa Openjobmetis» BASKET La guardia serba esalta lo spirito di gruppo e il ritmo Aleksa Avramovic ha ritrovato definitivamente il suo feeling con il canestro. La guardia serba, protagonista assoluto della vittoria contro Brescia con la sua miglior prestazione in biancorosso (29 punti con 4/8 da 3) - auspicando che lo show di domenica possa convincere Sasha Djordje-vic ad inserirlo tra i 16 convocati della Serbia per la seconda franche delle qualificazioni ai Mondiali 2019 - racconta così la sua serata di grazia che ne ha definitivamente consacrato il salto di qualità dopo una seconda metà del 2016/17 trascorsa quasi sempre in panchina. «Nella scorsa annata la squadra era diversa, ma quel periodo mi è stato molto utile per crescere e imparare che cosa chiedeva il coach. All'inizio della stagione ho pagato le brutte percentuali nel tiro da 3 punti: ho perso un po' di fiducia perché non riuscivo a trovare ritmo dall'arco. Però il coach e tutto lo staff mi hanno aiutato ripetendomi sempre di non rinunciare ai tiri, sicuri che prima o poi mi sarei sbloccato. Ora ho ritrovato fiducia e domenica sera si è visto: è stata la mia miglior partita a Varese e spero che possa aiutarmi a raggiungere i miei obiettivi futuri». Una serata magica per lei ma anche per tutta l'O- penjobmetis con un poker di imprese esaltanti. «Grandissima prestazione contro una squadra con esperienza e qualità come Brescia, coronando un mese fantastico che ci aveva già portato risultati brillanti con Venezia, Milano e Cantù. Abbiamo messo in campo un'intensità elevatissima sin dalla palla a due che ci ha permesso di mettere in difficoltà gli avversali con il nostro ritmo; ci siamo meritati questa settimana di riposo concessa dal coach dopo queste quattro vittorie in fila; ora stacchiamo la spina prima di pensare alla doppia trasferta di Pistoia e Trento per provare ad alimentare questa striscia vincente». Vittoria nettissima che ha regalato emozioni forti ai tifosi. «Abbiamo giocato con glande fiducia e glande energia sin dalle battute iniziali, combattendo su ogni pallone con la spinta e l'entusiasmo di oltre 4mila tifosi che ci hanno dato una carica incredibile. Non sapevamo fino a pochi minuti prima della palla a due che Cameron Wells non sarebbe stato della partita e ognuno di noi ha cercato di dare il massimo per sopperire alla sua assenza. I tifosi hanno riconosciuto il fatto che questa squadra gioca per loro, speriamo che possano riempire il PalA2À anche in occasione dei prossimi impegni». Dopo tre partite vinte col controllo del ritmo, Varese ha avuto la capacità di reinventarsi giocando una partita all'arrembaggio. «Il ritmo elevato è stato decisivo: tutto è partito dalla difesa, siamo stati aggressivi su ogni possesso e grazie al dominio a rimbalzo siamo riusciti a correre tantissimo. Coach Caja ci ha esortato a spingere sempre sull'acceleratore sottolineando che Brescia non poteva starci dietro. Egli crede in noi, ci ha sempre supportato aiutando a creaie un bellissimo spirito di squadra all'interno del gruppo, partendo dal capitano. In spogliatoio c'è un clima fantastico: è bellissimo far parte di questa Varese». Giuseppe Sciascia i TUTTO SUL WEB Inquadra il QR Code con lo smartphone per poter visualizzare video e intervista La tripla di Matteo per lo storico 100 Varese torna in tripla cifra in casa dopo quasi 3 anni: i 100 punti mancavano dal 3 maggio 2015 (103 contro Pistoia). E la tripla per sfondare quota 100 l'ha realizzata Matteo Parravicini, leader dell'Ut 8 fresca di titolo regionale. Su www.prealpina.it il video del tiro e l'intervista al talento del 2001.