Il Brindisi progetta il colpo ad Avellino Lpini in fase calante // diesse Alberarti: noi siamo in difficoltà Un po' di sfortuna e qualche infortunio Basket I biancazzurri adriatici hanno di Antonio RODI__________ BRINDISI - La Happy Casa scalda i motori in vista della trasferta di domenica ad Avellino (una curiosità: dopo la gara interna persa con Cantù e tutte le polemiche che ne seguirono, Brindisi ritrova sulla sua strada l'arbitro Denny Borgioni di Roma). Nel chiuso del PalaPentassuglia i biancazzurri affilano le armi nell'immediata vigilia di una sfida che presenta non poche difficoltà. Le prossime saranno quindi ore d'intensi allenamenti per un gruppo che cercherà di stoppare la striscia negativa di tre sconfitte consecutive. In casa irpina il momento non è certo dei migliori. E la gara d'andata degli ottavi di finale di Fiba Europe Cup giocata mercoledì al PalaDelMau-ro contro lo Tsmoki Minsk (70-70 il risultato alla sirena fatto tesoro degli errori commessi contro Brescia e pensano al riscatto del 40') lo ha ampiamente dimostrato. Oggi Avellino è una squadra che da l'impressione di essere ai minimi termini sotto l'aspetto mentale, con giocatori quali Leunen, Rich e Filloy che pagano il fattore stanchezza. La Scadone ha perso tre delle ultime cinque partite di campionato disputate: ha trovato disco rosso con Reggio Emilia, Brescia e Cantù mentre è andata a punti con Torino e Pistoia. Il ds biancoverde Nicola Alberani ha analizzato così il momento. «È innegabile che siamo in un momento di difficoltà, dovuto sicuramente ad un po' di sfortuna che ci portiamo dietro e a qualche infortunio di troppo, che purtroppo continuano ad ostacolarci anche nel nuovo anno. Una verità inconfutabile è che questa squadra ha vinto ogni qual volta si è sentita "leggera" e non a caso ha vinto tutte le partite "prestigiose", perdendo invece quelle che doveva assolutamente vincere. È palese che quando abbiamo avvertito la pressione abbiamo fallito, ad esempio nella gara in casa contro Brescia, a Bonn oppure in Coppa Italia, insomma in tutte le partite che erano particolarmente sentite. Ci dispiace aver tradito le aspettative e stiamo lavorando per ovviare questo aspetto In questo momento vorrei quindi fare un richiamo all'unità: criticare continuamente il tecnico o i giocatori non aiuta l'umore». Resta pur sempre squadra di primissimo livello. Viaggia a 14 vinte e sole 6 perse e con i 28 punti fin qui portati in cascina (gli stessi della leonessa Brescia) segue molto da vicino l'accoppiata di testa formata da Venezia e Milano (a quota 30). Il PalaDelMauro continua ad essere un vero e proprio fortino inespugnabile. gno ^ 4 puntJ ^i media fatti bella montagna da scalare, no-Solo Brescia, infatti, è riusci- e appena 59 9 subiti lo score nostante le attuali (ed evidente a violarlo mentre ne Uè al- interno) Per la Happv Casa **) difficoltà con le quali il tre otto circostanze i bianco- all'orizzonte c'è un'altra gran team campano fa i conti, verdi sono semnre andati a se- L'Happy Casa Brindisi a canestro nella sfida di Montichiari contro il Brescia