BASKET / IL TECNICO DI TRENTO ANTICIPA LA SFIDA DI DOMENICA---------------------------------- Buscaglia: «Non mi fido di Varese» Non pensa di trovarsi di fronte una Pali. Varese in calo Maurizio Buscaglia, coach di Trento che domenica ospiterà i bianco-rossi: «La squadra di Ca-ja, se lasciata giocare, può farti molto male. Noi dovremo essere aggressivi e attenti sotto canestro ma anche correre sia in verticale che, soprattutto, in orizzontale». Sciascia a pagina 39 BASKET- SERIE A Parla Maurizio Buscaglia, tecnico di Trento, in vista del match di domenica «Non mi fido di Varese» // coach vuole cancellare il -27 dell'andata: «Non dobbiamo lasciarli giocare» Maurizio Buscaglia è pronto ad una sfida impegnativa alla vigilia dell'impegno casalingo di domani contro Varese. Il coach di Trento, soddisfatto per l'ottimo risultato della sua squadra che ha espugnato Reggio Emilia dopo la lunga pausa per Coppa Italia e Nazionali, guarda ai biancorossi come ad una squadra in salute nonostante la sconfìtta di Pistoia: «Abbiamo interpretato bene la partita dopo la pausa, nella quale comunque ognuno ha fatto il punto sulle cose da migliorare e sulle criticità da nascondere. Dal canto proprio Varese ha perso, ma su un campo difficile; resta però una squadra tonica, quadrata e in forma, che sa quello che vuole e con un allenatore che sa come farla giocale bene come Attilio Caja. L'Openjobmetis mi piace, quella di domani sarà una bella sfida». Trento viene da 3 vittorie in fila, per centrare i pla-yoff non può più permettersi passi falsi in casa dove ha già perso 4 volte... «La positività delle due vittorie ottenute prima della pausa ci ha permesso di avere un bel piglio durante lo stop. Il mese di marzo con 5 partite saia quello che per una squadra come la mia, neh' area che si contende i playoff, butterà da una parte o dall'altra della classifica. Noi abbiamo faticato a trovare un'identità e anche per questo il nostro rendimento interno non è stato continuo; quando sei in forma avere la stessa idea in testa in casa e in trasferta è un valore aggiunto, ora siamo in crescita e vogliamo stabilizzarci». Di sicuro non sarà la Dolomiti Energia dell'andata, col meno 27 del Pa-1A2A legato a filo doppio alle fatiche dell'impegno in Eurocup. «Premetto che io sono favorevole alle coppe europee alle quali parteciperei sempre, dunque non ne faccio un discorso di vantaggio senza più il doppio impegno. Di certo la partita di andata fu una delle più complicate della stagione, noi faticammo tantissimo a gestire fisicamente l'impatto di un'avversaria che ci spazzò via con 15 minuti di grande energia; fu forse la nostra peggior partita, ora chiaramente poter lavorare con la squadra in settimana rende diversa la situazione». La sua squadra ha una forte identità basata su aggressività su palloni vaganti e rimbalzi: sabato scorso a Reggio Emilia ne ha catturati 50 stabilendo il suo record stagionale. È ottimo viatifco in vista della sfida contro Varese che è prima in serie A? «Fa piacere aver ritrovato una situazione sulla quale ritengo giusto lavorare in maniera specifica a prescindere dalla qualità dei giocatori. La pallacanestro è uno sport di errori, dunque il controllo di rimbalzi e palle vaganti è una qualità da allenare; per noi l'aggressività su linee di passaggio e la palla è un aspetto fondamentale per sviluppare un gioco basato su corsa e intensità». Che partita si aspetta domani sera? «Ci sono tante sfaccettature tecniche o tattiche: sia noi che Varese abbiamo taglia in alcuni ruoli, elementi bidimensionali e giocatori importanti che escono dalla panchina e possono cambiale l'inerzia. Saranno importanti il controllo della palla e dei rimbalzi, e poi dovremo essere bravi ad allargare il campo correndo anche in orizzontale e non solo in verticale. Varese è una squadra molto precisa, la- sciata giocare sa bene dove andare a parare e questo è il primo aspetto da curare». Giuseppe Sciascia Maurizio Buscaglia, 48 anni, guiderà Trento domenica nella sfida contro Varese SQUADRA AL LAVORO Okoye e Ferrerò al top Lavoro a ranghi completi per l'Openjobmetis alla vigilia della partenza per Trento. Recuperati sia Okoye che Ferrerò nelle sedute di mercoledì e ieri, i biancorossi stanno effettuando gli ultimi preparativi per la sfida di domani sul campo della Dolomiti Energia. Ossia l'unico tra i 15 della serie A 2017-18 mai violato da Varese nella storia del massimo campionato; i precedenti al PalaTrento sono stati soltanto 3, comunque sempre con esito negativo (65-78 nel 2014-15, 63-89 nel 2015-16 e 68-84 nella stagione passata).