Basket Serie A: i paladini domani nella delicatissima sfida nelle Marche L'Orlandina prepara l'assalto «Andiamo a Pesaro senza paura» Coach Di Carlo: «Una nostra vittoria sarebbe pesantissima» Giuseppe Lazzaro CAPO D'ORLANDO Senza paura. Scavalcati i due terzi di cammino, domani sera rOrlandina affronta il primo, vero, scontro salvezza contro la Vuelle Pesaro: si attendono 40' intensi, sofferti e dove tutto può succedere. Gennaro Di Carlo carica il gruppo che ieri ha svolto una seduta di allenamento prima dellapaitenza odierna e sapendo di non poter ancora contare sul nuovo centro Knox che esordirà, quindi, domenica per Orlandina-Sassari. «Giocheremo a Pesaro - ha detto il coach biancazzurro - sapendo che iniziano le ultime dieci partite della regular season e saranno gare che avranno dei contenuti agonistici completamente diversi da quelli visti fino ad ora. Affrontiamo una squadra che, chiaramente, cercherà di fare bottino pieno perché, come noi, è invischiata nella lotta per non retrocedere». Il piano tattico della sfida? «Innanzitutto dobbiamo pensare a giocare una gara qualitativamente dal più alto livello possibile così come abbiamo fatto a Torino e cercando di li- mare quegli aspetti che non ci hanno permesso di vincere al "Pala Ruffini" e poi dobbiamo tenere ben presente che, certamente, è una gara importante ma soprattutto per loro che, con due punti sotto, perdendo in casa contro di noi potrebbero risentirne e nonpoco. Abbiamo la possibilità di vincere questa partita fuori casa e ci stiamo preparando per questo». Sulla forza dell'avversario Di Carlo è chiaro. «Ci interessa l'Orlandina, noi e basta. Dobbiamo concentrarci per giocare la migliore partita possibile perché facendolo abbiamo buone possibilità di firmare l'exploit. Non abbiamo interesse e tempo per pensare a come si prepara Pesaro, sicuramente l'aspetto emotivo e nervoso sarà molto importante ma siamo convinti che giocare meglio potrà permetterci di vincere». Una vittoria che manca da due mesi. «Certo e per questo voghamo rompere questo tabù». Un parere sugli ultimi innesti. «Likhodey è un giocatore del quale sono contento, che capisce il gioco, sa stare in mezzo al Serie A L'ANTICIPO DI OGGI__________ TRENTO-VARESE LE PARTITE DI DOMENICA SASSARI-CREMONA_____________ TORINO-VENEZIA_______________ VIRTUS BOLOGNA-MILANO AVELLINO-BRINDISI_____________ PESARO-ORLANDINA____________ CANTÙ-PISTOIA________________ R. EMILIA-BRESCIA (4 APRILE) LA CLASSIFICA_______________ Venezia e Milano 30, Brescia e Avellino 28, Torino 24, Virtus Bologna 22, Cantù, Cremona, Trento e Sassari 20, Reggio Emilia 18, Varese 16, Pistoia 14, Brindisi 12, Orlandina 10, Pesaro 8. EUROCUP___________________ ZENIT-REGGIO EMILIA 91-77 Sconfitta per Reggio Emilia in ga-ra-2 dei quarti di finale con lo Zenit. Adesso gara-3 (siamo sul-1*1-1) si giocherà mercoledì prossimo al PalaBigi. campo, sa fare canestro in diversi modi e ha mostrato grande disponibilità a mettersi a disposizione del gruppo che lo ha subito accettato con entusiasmo. Su Faust e Campani, nel gruppo "nuovo" uscito dopo la pausa, sono molto contento del loro apporto e hanno ampi margini di miglioramento e questo potrà permetterci di guardare avanti con grande fiducia e positività. Penso che la squadra sta crescendo ancora sotto il profilo tattico, il disegno è cambiato anche dal punto di vista fisico. Abbiamo bisogno di una vittoria - conclude Di Carlo - per ripartire e anche per prendere fiducia e mi auguro che a Pesaro arrivi l'occasione giusta per tornare a sorridere». Intanto sono stati pubblicati i dati delle presenze, relative al girone di andata delle sedici squadre della Serie APoste Mobile. Nelle otto gare disputate al "PalaSikeliArchivi" l'Orlandina ha avuto un totale di 13.680 spettatori per una media di 1.710 (la più bassa nei sette anni di Serie Ama inferiore anche alla stagione di A2 2013/14) per un incasso di 67.680 euro (media 8.460). « Il momento della verità. Coacn Gennaro Di Carlo orava a caricare l'ambiente paladino in vista del match di domani a Pesaro