La Dinamo confida nel suo pubblico Per la sfida di domani contro Cremona serve il sesto uomo di Andrea Sini » SASSARI La corsa ai playoff, il ritorno a Sassari di Meo Sacchetti e dei cugini Diener, ma soprattutto il calore di sempre. Domani a mezzogiorno il palazzetto di piazzale Segni sarà una bolgia per un match attesissimo. La Dinamo sfida il suo passato ma lo fa guardando avanti, perché il match contro la Va-noli Cremona è già di fatto uno scontro diretto dal peso specifico altissimo per la corsa verso i playoff. Un pubblico fedelissimo. 1 dati diffusi ieri dalla Lega basket confermano che, a dispetto di un rendimento piuttosto altalenante della squadra, il pubblico di Sassari resta uno dei più fedeli d'Italia. La media spettatori nel girone d'andata è stata parti a 4.572, con un coefficiente di riempimento altissimo, considerando le dimensioni dell'impianto. In tutta la serie A, soltanto due piazze battono il capoluogo turritano, e si tratta di due metropoli: Milano è nettamente in testa con 7.589 a partita, seguita da Bologna (sponda Vir- tus), seguita mediamente da 5.312 fedelissimi. Il totale spettatori registrati al PalaSer-radimigni per queste prime 8 gare interne è stato di 36.338, per un incasso complessivo di oltre 626mila euro. Questo significa che il "primo sponsor" della Dinamo, ovvero il pubblico, garantisce entrate per circa 78mila euro a partita. Alle spalle di Milano, Bologna e Sassari c'è sostanzialmente il vuoto. Soltanto un'altra piazza, Torino, supera (e di pochissimo) i 4mila spettatori di media, mentre i campioni d'Italia della Reyer Venezia sono a quota 3.300 spettatori. Fortino biancoblù. Il ruolo del pubblico del palazzetto è fondamentale non solo a livello economico, ma anche e soprattutto per quanto riguarda la spinta che è in grado di trasmettere alla squadra. Anche questo concetto sicuramente banale può però venire tradotto in cifre. Il bottino di punti di questa stagione è stato raccolto nella quasi totalità sul campo di casa: Scott Bamfor-th e compagni in questo momento hanno infatti 20 punti in classifica, ben 16 dei quali conquistati in piazzale Segni. Il bilancio delle sfide casalinghe è di 8 vittorie e 2 sconfitte (contro Capo d'Orlando e Avellino), mentre in trasferta la situazione è esattamente speculare: 8 sconfìtte e due sole vittorie, tra l'altro consecutive, conquistate sui campi di Openjobmetis Varese e Germani Brescia. Da qui alla fine della regular season la squadra di coach Pasquini ospiterà Cremona, Varese, Brescia, Venezia e Pesaro, mentre le trasferte ancora da affrontare sono quelle di Capo d'Orlando (domenica prossima), Brindisi, Pistoia, Avellino e Trento. Due curiosità a proposito della scorsa stagione: dopo 20 giornate la Dinamo era sesta in classifica con appena 2 punti in più di oggi (22); la quota minima per entrare nei playoff era stata 30 punti. Colletta per le coreografie. Come già visto periodicamente in passato, domani in tutti i settori del palazzetto saranno presenti le cassettine del gruppo Orgoglio Biancoblù, che ha organizzato una colletta per finanziare le prossime coreografie per le gare interne. Il palazzetto è al terzo posto in serie A Nel girone d'andata 2017-18 il pubblico della Serie A ha avuto una media spettatori per gara di 3.740, +0.14% rispetto ai 3.716 della scorsa stagione. L'EA7 Emporio Armani Milano secondo i dati forniti da LegaBasket conferma la leadership con una media di 7.589 spettatori, seguita dalla neopromossa Segaf redo Virtus Bologna: le sfide interne della squadra di coach Ramagli hanno richiamato al PalaDozza una media di 5.312 spettatori. Al terzo posto il Banco di Sardegna Sassari con 4.542 e Fiat Torino con 4.013: dopo Sassari e Torino, uniche due oltre quota 4 mila spettatori dopo Milano e Bologna, la VL Pesaro con 3.972, Openjobmetis Varese con 3.876, Germani Brescia con 3.774 e Grissin Bon Reggio Emilia con 3.627. La sfida Milano-Brescia del 26 dicembre è la gara che ha richiamato più pubblico, 10.059 spettatori, seguita da un'altra garadi Milano, il derby con la Red October Cantù, 8.702, e dalla sfida Milano-Bologna con 8.239. Milano-Brescia è la gara col maggior incasso del l'andata con 133.573 Euro seguita da Segafredo Bologna-Umana Venezia con 116.974 e Segafredo Bologna-Grissin Bon Reggio Emilia con 114.375. Il pubblico del PalaSerradimigni La Dinamo confida nel suo pubblico uazy_