Basket serie A Alle 17,30 Ramagli: «Virtus, Milano si ferma con la semplicità» «Virtus, tante cose facili per tenere testa a Milano» Ramagli «Senza un play bisogna usare la semplicità» kk Massimo Selleri ¦ Bologna LA STORIA della pallacanestro italiana scende in campo alle 17,30 (diretta Eurosport 2) al Pala-Dozza. Da una parte ci sono i 27 scudetti degli ospiti, dall'altra i 15 tricolori dei padroni di casa. Nessuna partita di campionato può mettere in gioco così tanti titoli e vista anche l'eterna rivalità tra i due club, il clima in piazza Azzari-ta si preannuncia parecchio caldo. Tanti gli ex di questo incontro, vedi Oliver Lafayette e Pietro Aradori, ma l'ex per antomasia è sicuramente Alessandro Gentile, uno dei pochi giocatori ancora in grado di regalare emozioni a un pubblico milanese che si conferma primo nella classifica degli spettatori, ma che guardandoci bene è in calo rispetto alla passata stagione. L'esterno campano sarà della partita, pur essendo appena rientrato da un infortunio. SPIRITO DI GRUPPO LA MALASORTE CONTINUA A TORMENTARCI ANCORA UNA VOLTA NON SIAMO AL COMPLETO MA CHI SI E' ALLENATO E' PRONTO A LOTTARE «Non sono un prestigiatore- spiega il coach della V nera Alessandro Ramagli - per cui non posso sapere quale sia la sua autonomia. Il fattore veramente importante è che il muscolo sia guarito, per il resto non posso sapere quanti minuti potrà essere utilizzato dopo che ha fatto 20 giorni di riabilitazione». Assente il fratello Stefano, la Virtus a Venezia ha dimostrato di poter giocare buone gare anche senza i due Gentile. «Di certezze ne abbiamo tante. Abbiamo fatto ottime cose anche a Sassari, ma è chiaro che una buona prestazione senza risultati serve fino ad un certo punto perché 10 sport ha regole ferree. La classifica dice che ci sono dodici squadre che possono giocarsi i playoff e dobbiamo riuscire a superare anche quegli ostacoli che non riguardano quello che succede in campo». 11 riferimento ai tanti infortuni è palese, dato che la Virtus dall'inizio dell'anno solo per un paio di settimane è riuscita ad allenarsi con la squadra al completo, mentre Milano ha giocatori in abbondanza, oltre ad occupare la vetta della classifica e a doversi concentrare sul campionato, viste le prestazioni altalenanti in Eurolega. «Chi si è allenato sta bene - conclude Ramagli - sappiamo cosa ci attende oggi e cosa ci attenderà da qui alla fine della stagione regolare. . Dobbiamo usare poche cose, ma quelle poche cose devono essere fatte molto bene, per combattere anche la malasorte. Dovremo cercare di proteggere la nostra area, passandoci bene la palla, perché gli attacchi individuali non convengono mai a nessuno». TRA GLI OSPITI d'onore della Virtus si saranno anche il presidente federale Gianni Petrucci e il Ceo della Basketball Cham-pions League Patrick Comninos. I due prima della gara incontreranno Massimo Zanetti, proprietario della Segafredo e socio di riferimento in Virtus, insieme al suo braccio destro Luca Baraldi. II motivo dell'incontro sono due volontà convergenti: da parte delle istituzioni c'è la volontà di ave- re la Virtus in quella che è destinata ad essere la prima competizione continentale visti i bisticci tra Fiba ed Eca, mentre da parte della proprietà bianconera c'è tutto l'interessa di partecipare ad una manifestazione europea già nella prossima stagione. In sostanza si cercherà un artifìcio per concen-dere una wild card alla V nera. © RIPRODUZIONE RISERVATA L'ex Ale Gentile «Non faccio il prestigiatore non so cosa potrà darci l'importante è che sia guarito» RIENTRO Alessandro Gentile ritorna dopo uno stop di 20 giorni (Oamillo) Assente Theodore Spazio a Cinciarini Bologna MILANO registra l'assenza del play Jordan Theodore con la partita contro la V nera che si inserisce in una serie di impegni importanti in Eurolega. La stanchezza, comunque, non sarà un fattore condizionante, visto il buon momento di Cinciarini. Le altre gare: Ieri Trento-Varese 82-74. Oggi: Sassari-Cremona, Torino-Venezia, Avellino-Brindisi, Pesaro-Capo d'Orlando, Cantù-Pi-stoia, Reggio-Brescia (4 apri-le). La classifica: Venezia e Milano 30; Brescia e Avellino 28; Torino 24; Virtus Bologna e Trento 22; Cantù, Cremona e Sassari 20; Reggio Emilia 18; Varese 16; Pistoia 14; Brindisi 12; Capo d'Orlando 10; Pesaro 8. © RIPRODUZIONE RISERVATA