La V nera è attesa in Champions Il ceo Comninos «Valuteremo una wild card se la squadra non si qualificherà» ¦ Bologna INCONTRO POSITIVO tra il ceo della Basket Champions League Patrick Comninos, accompagnato dal presidente della fe-derbasket Gianni Petrucci, e Massimo Zanetti, azionista di riferimento della Virtus con la sua Segafredo, presente insieme al suo braccio destro Luca Baraldi. L'argomento del «pranzo di lavoro» è stato una wild card per la V nera in modo tale che l'anno prossimo il club partecipi alla competizione europea dove la Fiba collabora con le diverse leghe nazionali. «Il piano di Zanetti - spiega Comninos - per riportare la squadra ai massimi livelli in Italia e in Europa è molto interessante e soprattutto ci sembra realizzabile. E' chiaro che a noi piacerebbe avere la Virtus nella nostra competizione». DIETRO la prudenza delle parole, questo sembra essere un vero e proprio via libera ad un lasciapassare creato ad hoc. «Al mondo tutto è possibile, intanto vediamo se la squadra si qualificherà sul campo, altrimenti decideremo che cosa fare». Il problema è legato ai conti, mentre l'Eu- rocup per le sue convocazioni tiene conto del risultato dei playoff, la Champions prende in considerazione il posizionamento al termine della fase di qualificazione. «Abbiamo trovato grande disponibilità -a parlare è Baraldi - e per questo motivo farò una relazione approfondita al cda, mentre i loro organismi parleranno al loro interno per vedere quale strada intraprendere. E' chiaro che la cosa migliore è che si arrivi ad una qualificazione sul campo, in ogni caso ci ritroveremo a giugno quando i giochi saranno fermi». m. s. RIPRODUZIONE RISERVATA VERTIC Comninos e Peti-ucci (Schicchi)