BASKET SERIE A LA SQUADRA DI SODINI HA PRESO SUBITO IN MANO LA PARTITA E L'HA CONDOTTA SENZA PARTICOLARI PATEMI D'ANIMO FINO ALLA SIRENA FINALE Una sconfitta senza storia Netto ko biancorosso Niente da fare con Cantù The Flexx Contro i lombardi finisce 106-85 Cantù RED OCTOBER CANTÙ': Smith 21, CuLpepper 13, Cournooh 10, Parrillo 3, Tassone , Maspero 2 , Raucci , Chappell 14, Burns 17 , Thomas 13 , Perry 13. Ali. Sodini. THE FLEXX PISTOIA: Della Rosa 2, McGee 10, Bar-bon, Laquintana 13, Mian 18, Gaspardo 13, Onuoha 2, Bond 4, Magro 3, Dia-wara 5, Moore 6, Ivanov 9. Ali. Esposito. Parziali: 26-20; 59-42; 78-64. Arbitri: Filippini, Baldini, Calbucci. Note: tiri da due Cantù 23/37, Pistoia 23/50. Tiri da tre Cantù 9/23, Pistoia 9/31. Tiri liberi Cantù 33/40, Pistoia 12/27. Usciti per cinque falli: Parrillo (Cantù)._______________ Maurizio Innocenti La prima crepa si è aperta dopo 5 minuti Poi una rincorsa continua UN MATCH senza storia dove in campo c'è stata una sola squadra: Cantù. La cronaca della partita sta tutta qui. Non c'è altro da dire perché sul parquet non c'è stato altro. Cantù ha preso subito in mano la partita e l'ha condotta senza patemi fino alla sirena finale dimostrando di essere una macchina da canestri impressionante . E Pistoia? Ci ha provato, male, ma ci ha provato solo che il divario è stato troppo ampio, al punto che non si può neppure fare un paragone. I biancorossi sono naufragati sotto tutti i punti di vista. Ci voleva una grande difesa per provare a limitare Cantù e non c'è stata se non a tratti. In attacco bisognava avere le mani educate e non si sono viste (46 per cento da due, 31 per cento da tre, 44 per cento ai liberi). Ci voleva grinta e rabbia e anche sotto questo aspetto non si sono visti giocatori con la bava alla bocca. L'impegno AVVERSARI Menetti Sabato sera arriva Reggio Emilia DI NUOVO una partita serale per Pistoia, che giocherà in casa al PalaCarrara sabato alle 20.45. Si troverà davanti la formazione di Reggio Emilia per una gara che si preannuncia importante per la classifica. Domenica 25, invece, Pistoia tornerà alle canoniche 18.15, sempre al PalaCarrara ma questa volta contro Venezia. c'è stato, ci mancherebbe, ma quando hai meno talento devi sopperire con 'l'ignoranza' e questo è mancato. La gara, come detto, ha preso subito la via di Cantù che dopo 5 minuti ha dato la prima spallata che ha aperto una crepa profonda nel muro di Pistoia. Da 11-11 la squadra di coach Sodini ha piazzato un 15-3 di parziale che l'ha portata a più 12 (26-14). Il colpo definitivo, quello che ha fatto crollare definitivamente il fortino biancorosso è arrivato nel secondo quarto con Pistoia che subisce 33 punti che sommati a quelli del primo periodo fanno 59 in due quarti. Gara finita anche se la The Flexx nel terzo periodo continua a crederci e prova a ritornare nel match arrivando dal meno 17 con cui si era chiuso il secondo quarto (59-42) a meno 8 a 2 minuti dalla fine del terzo periodo (68-60). Una fiammata che Cantù ha spento sul nascere rimettendo le cose a poste chiudendo il periodo sopra di 14 (78-64). Quello è stato il canto del cigno di Pistoia che da lì in avanti non è più riuscita ad alzare la testa. Cantù dilaga nell'ultimo quarto segnando addirittura alla sirena finale 106 punti confermando di essere il migliore attacco del campionato non a caso. I biancorossi tornano a casa con l'ennesima sconfitta casalinga e una bella batosta anche se obiettivamente la sfida contro Cantù non era nelle corde della squadra di coach Esposito. A CANESTRO Tyrus McGee: per lui una prestazione sotto le aspettative PROTAGONISTA RAPHAEL GASPARDO SI CONFERMA UN GIOCATORE IN CRESCITA: LA CHIAMATA DELLA NAZIONALE SI CONFERMA PIÙ' CHE MERITATA FABIO MIAN LA GUARDIA BIANCOROSSA SEGNA A REFERTO 18 PUNTI E HA IL GRANDE MERITO DI NON ARRENDERSI NONOSTANTE LANDAMENTO DELLA PARTITA * « /