Il personaggio Raphael Gaspardo: «Hanno pesato gli errori ai Liberi» «Troppi punti subiti nel primo tempo Abbiamo messo poca energia in difesa» RAPHAEL GASPARDO è stato tra i migliori dei bian-corossi. Un giocatore in crescita che conferma domenica dopo domenica che la chiamata in Nazionale è meritata. Contro Cantù è stato tra i pochi a provarci tentando di fare qualcosa e i risultati si sono visti. Gaspardo, però, non è a questo che guarda, ma alla prestazione della squadra che soprattutto nel primo tempo non è stata sufficiente. «Abbiamo subito tanti punti nel primo tempo per poca La chiave «Poca attenzione in fase di transizione difensiva Bravi però a reagire» attenzione ed energia nella transizione difensiva - dice l'ala biancorossa - sapevamo che il loro stile di gioco era run and gun e siamo stati poco attenti a questo. Nonostante tutto anche con qualche fischio discutibile a metà del terzo quarto eravamo tornati a meno 8 quindi partita apertissima». E' VERO, ma Cantù ci ha messo un amen a riportare a distanza Pistoia, giusto il tempo di schiacciare sull'acceleratore e il match ha di nuovo preso la via della Red October. «Cantù è una squadra di gran talento -spiega Gaspardo - ma ciò che più ha influito secondo me sono stati i nostri errori in difesa, e il fatto che loro abbiano tirato 40 tiri liberi, contro i nostri 27 per altro a bassissima percentuale». Maurizio Innocenti