DOPO I FISCHI AL COACH Si risvegliano gli anticorpi sani del tifo La maggioranza dei fan contesta i contestatori: «Ci avete stufato» » SASSARI Il giorno dopo sono già evaporati. Si sono sentiti al palazzetto prima del match ma adesso non fanno più rumore. Neanche sfogliando le pagine dei siti web, in particolare quelli che rappresentano le varie espressioni del mondo Dinamo che gravita intorno a Facebook. Quei fischi hanno stufato, è il pensiero prevalente, se non il sentire comune da parte della tifoseria biancoblù. La contestazione preventiva indirizzata da una parte del pubblico, in particolare dal settore alto della Curva C - testimoniano i più attenti -, al coach della Dinamo Federico Pa-squini prima del match contro la Vanoli Cremona, nella fase della presentazione delle squadre, a bocce ferme e a vittoria acquisita, ha risvegliato gli anticorpi ben radicati in una tifoseria che è abituata ad altre forme di rapporto con la società e i suoi protagonisti. Un rapporto diretto, anche conflittuale, ma espresso altrimenti. Così, c'è chi ci va giù pesante, con i contestatori. C'è chi riconosce loro il diritto di esprimersi ma i più non digeriscono proprio il fatto che i fischi siano arrivati prima della gara. E se qualcuno ci scherza sopra ("Era successo anche prima del match vinto contro Torino, cosa ne dite di farlo sempre visto che porta bene?"), la maggioranza è categorica: basta, quei fischi ci hanno stufato, (mac)