LA GIORNATA NO UN TURNO DA DIMENTICARE FUTURO I BIANCONERI INVESTIRANNO DI PIÙ' NELLA PROSSIMA STAGIONE VISTO L'IMPEGNO IN CHAMPIONS QUOTIDIANO LA EFFE HA BISOGNO DI UN GIOCATORE CHE VALORIZZI IL TALENTO DEI PICCOLI DANDO ANCHE RESPIRO A FULTZ BasketCity: due modi per reagire al ko Opposti II periodo negativo non spaventa la V nera, il terzo stop con Ravenna porta novità nell'Aquila Serie A II poker di sconfitte non spariglia i piani Virtus, il mercato è chiuso Si resta con quattro stranieri Massimo Selleri Bologna NONOSTANTE la Virtus abbia incassato la quarta sconfitta consecutiva (Coppa Italia compresa), all'interno del club nessuno fa drammi. C'è la rabbia per non essere riusciti a raccogliere punti né a Venezia né con Milano. La squadra, però, c'è e quando rientrerà Stefano Gentile sarà ancora più competitiva e con un calendario più abbordabile, potrà riprendere la corsa verso i playoff. In ogni caso la società ha chiuso la porta al mercato e le ragioni di questa decisione si basano su due ordini di motivi. Il primo è che è sempre pericoloso andare a modificare gruppi funzionanti perché non si conosce mai quali effetti può avere l'inserimento di un nuovo elemento, mentre la seconda riguarda le volontà future del club. A bocce ferme è intenzione di una parte della proprietà, leggi Massimo Zanetti con la sua Segafredo, di rinforzare il nucleo della squadra dovendo anche affrontare l'impegno della Champions League. Per cui prevale l'idea di risparmiare adesso qualche quattrino da investire nel prossimo mercato. PER ESSERE ancora più chiari al momento la V nera non ha problemi di cassa, le operazioni legate all'aumento di capitale hanno già raccolto 500mila euro, per cui ne rimangono solo 200mila per arrivare a quei 700mila da coprire entro la fine di maggio ma, il dato ancora più importante è che si è andati oltre la cifra chiesta dalla Com.Tec rimettendosi in linea con il famoso rapporto tra l'indebitamento e i ricavi. Per far arrivare un nuovo giocatore sotto le Due Torri, sponda bianconera, bisognerebbe fornire le casse del club di un extrabudget e quindi che si inserisce la seconda considerazione, vale a dire se ha senso inserire un nuovo giocatore in gruppo che ha dimostrato di aver trovato un suo equilibrio. Domenica si va a Brescia, senza Stefano Gentile, e anche in questo caso la strada sarebbe tutta in salita anche con la squadra al completo. Dopo, però, inizia la discesa e tutti dovrebbero tornare a disposizione di Alessandro Ramagli, tenendo presente che la decisione di non muoversi sul mercato non è irrevocabile, ma può sempre esse- Sanzioni Vnera multata per 2.200 euro Bologna SANZIONI salte per il pubblico della V nera con il club che si è ritrovato multato per 2.200 euro per offese e lancio di oggetti non contundenti in campo. Tornando alla pallacanestro giocata oggi la squadra torna in palestra in previsione della difficile trasferta a Brescia che si giocherà domenica alle 17,30. re rivista. © RIPRODUZIONE RISERVATA 'scciAnù PalaDozza esaurito domenica con Treviso Bologna DOMENICA a mezzogiorno il PalaDozza sarà tutto esaurito per la gara tra Fortitudo e Treviso. La vecchia rivalità sportiva tra le due realtà, dal punto di vista bolognese inferiore solo a quella con la V nera, ha fatto polverizzare i pochi biglietti a disposizione all'apertura del Fortitudo Point. Sene A2 Perso il primato il club è corso subito ai ripari La Fortitudo cambia regìa In arrivo il play Okereafor Bologna DOPO la sconfitta con Ravenna, la Fortitudo ha deciso di stringere i tempo e di togliere dal congelatore la trattativa con Teddy Okereafor, il playmaker che nella passata stagione ha vestito la maglia di Pistoia. Alto 193 centimetri, classe 1992 il giocatore britannico arriverà sotto le Due Torri in tempo per giocare la gara di domenica a mezzogiorno, quando al PalaDozza arriverà Treviso per nei tempi che furono spesso ha deciso su quale maglia si doveva cucire lo scudetto. Con la sconfìtta di domenica la Fortitudo abbandona momentaneamente il primo posto, una posizione che per essere riconquistata dovrà confidare anche nelle disavventure di Trieste, ma questo non preoccupa più di tanto, il dato che ha messo in allarme anche il club è che il gioco è improvvisamente regredito e questo lo si deve alla mancanza di un regista che possa supportare Robert Fultz in un ruolo dove si contano sulla punta delle dita gli elementi di talento. IL PRESIDENTE Christian Pava-ni, insieme al gm Marco Carraret-to ha provato in tutti modi a portare nel nido dell'Aquila quelle che sarebbero state vere e proprie eccellenze per la serie A2. C'è chi ha risposto picche e ci ha avuto posizioni più attendiste, ma alla fine il tempo delle scelte è arrivato e, forse, non è neppure sbagliato inserire un buon elemento che non rubi troppo spazio a Robert Fultz. La Effe ha dimostrato che gioca meglio quando si sono asciugare le redazioni, del resto quando tra gli estemi hai Alessandro Amici, Daniele Cinciarini, Guido Rosselli e Nazzareno Italiano c'è solo l'imbarazzo della scelta, ma serve qualcuno che li metta in ritmo e che faccia respirare Fultz. Okereafor arriva dal Kymis, club che milita nel massimo campionato greco dove sta in campo 26' a gara con 7 punti e 3 assist. Con questo tesseramento la Effe non potrà fare altre operazioni entrare. Il contratto del play inglese prevede una conferma automatica in caso di promozione in serie A. Massimo Selleri 3 RIPRODUZIONE RISERVATA