Due giorni prima cena anti-stress Club Tonucci «Li abbiamo alleggeriti un po'» ¦ Pesaro C'È STATO un prologo all'invasione degli spalti da parte di Mika e compagni domenica sera, una volta conquistati i due punti che tengono in vita la Vuelle nella corsa salvezza. Venerdì sera, infatti, a 48 ore dalla drammatica gara contro Capo d'Orlando il Club Tonucci ha invitato a cena la squa- dra al Giardino dei Tigli, nel quartiere di Muraglia, proponendo una serata per provare a stemperare la tensione: «Visto il momento c'era pessimismo attorno alla possibilità di riuscire ad organizzarla - racconta Lorenzo Cortiglioni, presidente del Club -, ma abbiamo insistito per farla ugualmente e pian piano abbiamo avuto risposte positive da tanta gente, sia del club Tonucci, ma anche esterna, e alla fine abbiamo ricevuto i complimenti da parte della società. Il locale era pieno, con 130 persone sedute a tavola, tutte con grande voglia di fare qualcosa per la squadra e far sentire che i tifosi erano loro vicini. Credo che il nostro gesto di attaccamento in un momento così drammatico, con tanti che invece pensano solo a criticare, ab- bia portato i nostri ragazzi a capire che Pesaro, la Pesaro che ama veramente la Vuelle, è e sarà sempre al loro fianco». I GIOCATORI sono stati accolti al ristorante mentre suonava a manetta il vecchio inno della Scavolini: «Sono stati chiamati al microfono, sottoposti a domande simpatiche, a battute, proprio per sdrammatizzare e rendere più leggero il clima pesante che hanno respirato troppo a lungo. Poi ognuno di loro ha avuto in dono un piedistallo con un pallone da basket in cristallo personalizzato. Ora, con questo non voglio certo dire che è stato merito nostro -conclude Cortiglioni -, ma siamo contenti se è servito a qualcosa». e.f.