Mancano quattro partite E il calendario non è male Quattro partite al termine della stagione regolare, ora la Red October è attesa dalle trasferte di Pesaro, domenica prossima, e di Capo d'Orlando alla penultima contro le due squadre che lottano per evitare la retrocessione in Legadue, mentre a Desio arriveranno Reggio Emilia - dopo la trasferta di Pesaro - e Brindisi, all'ultimo turno, due squadre praticamente fuori sia dalla corsa playoff che dai rischi di retrocessione. Un calendario favorevole quello di Cantù quindi, a patto di sfruttarlo al meglio contando anche su qualche inciampo di chi sta davanti quanto a punti (la Virtus Bologna a quota 28, oppure Trento che ha 30 punti) come anche di chi, a quota 26 come la Red October, esclude al momento Cantù dalle prime otto e cioè Sassari e Varese, a causa dello 0-2 nei confronti dei varesini mentre con i sardi si è 1-1 però con il vantaggio nella differenza canestri per Sassari. E a 24 punti, ma con una partita in meno va tenuta in considerazione per la corsa play off anche Cremona (contro la quale la Mia ha 1-1 ma con differenza positiva), mentre a 24 c'è anche Torino che però parrebbe fuori dai giochi, con Cantù che comunque fa valere il 2-0 sui piemontesi. Non è il caso di fare tabelle fin da ora, domenica comunque, oltre alla partita di Pesaro dei biancoblù, il risultato di Bologna-Varese potrà dare qualche indicazione in più circa gli ultimi quattro posti - già sicure Milano, Venezia, Brescia ed Avellino - di accesso ai playoff. G.Bro.