Nba Belinelli fa il record nei playoff con 25 punti PHILADELPHIA Esordio da sogno per Marco Belinelli nei playoff della Nba: i suoi Philadelphia 76ers battono 130-103 i Miami Heat in gara-I e l'azzurro è tra i migliori in assoluto, permettendo a coach Brett Brown di non patire l'assenza del centro Joel Embiid. Belinelli (quasi 16 punti di media nell'ultimo mese con il 52% da due e il 43% da tre, 16 vittorie in fila per i Sixers) entra della panchina dopo pochi secondi per una botta che toglie dal campo JJ Redick (poi rientrato e autore di 28 punti). Il suo impatto è immediato: 33' sul parquet, 25 punti (massimo in carriera nella post-season) con 5/10 da due, 4/7 da tre, +27 di plus-minus e una pazzesca tripla fuori equilibrio su una palla quasi persa («È il miglior giocatore che abbia mai allenato nel prendere tiri fuori equilibrio», le parole del suo coach). A32 anni e dopo aver rescisso il contratto con gli Atlanta Ha-wks che non lo avevano scambiato, Belinelli sta vivendo forse il momento migliore della sua carriera, anche se nel 2014 ha vinto la gara del tiro da tre punti all'Ali Star Game e poi si è laureato campione Nba con i San Antonio Spurs. Vincono gara-I in casa anche Golden State Warriors (113-92 agli Spurs) e Toronto Raptors (114-106 ai Washington Wizar-ds); i New Orleans Hornets sbancano Portland 97-95. Viola più forte di lutto: vince anche ad Agrigento