Festa dopo la sofferenza IL Ravvicinamento del tifo dopo Le contestazioni 'Finalmente è finita, speriamo di cambiare' ¦ Pesaro «CARA VUELLE, abbiamo vissuto assieme l'ennesima stagione di sofferenze terminata con una salvezza dalle mille ombre ma poco importa, quello che mi spaventa è il domani perché sarai pure vecchia e stanca ma sei pur sempre la mia rockstar del cuore e meriti un palco degno del tuo nome». È la lettera d'amore che uno speciale tifoso trentennale ha voluto dedicare alla Vuelle, postandola sui social. Un pensiero condiviso da tutti quelli che, come lui, il basket pesare ce l'hanno nel dna e per questo hanno a cuore il futuro bianco-rosso. «Siamo ancora in serie A -scrive Luca B. - sono sempre orgogliosi della nostra squadra che ha compiuto un altro miracolo ma la città e suoi i calorosi tifosi meritano molto di più, bisogna ripartire». Dall'impresa di Milano e Venezia alla pesante caduta di Sassari, un finale di stagione vissuto da molti come una liberazione: «Finalmente è finita, grazie a tutti quelli che hanno lottato e sofferto - commenta Marco P. - ma urge un nuovo stile di vita, un cambiamento radicale». E anco-ra:«La mia passione per la Vuelle Curiosità Con la maglia Vuelle sale fino a Cremona a fare il tifo, 'lo ci vado al lavoro pure a Bologna' è una malattia che dura da 50 anni - sottolinea Orlando M. - ho sempre dato il mio supporto in termini di abbonamenti e altro, ora però è giunto il momento di pensare che non sia questo, con questa situazione economica e dirigenziale, il nostro palcoscenico». C'è ancora tempo per pensare a chi se ne andrà e chi invece arriverà, a poche ore dalla conquista della salvezza. MA è giusto festeggiare e sognare ancora un po'. Lo ha fatto l'altra sera la squadra negli spogliatoi, lo hanno fatto i tifosi rimasti in città dove hanno seguito in contemporanea Pesaro e Capo d'Orlando, e lo continua a fare il giorno dopo chi lavora fuori, ma che ai colori di Pesaro non ci sa rinunciare. «In ufficio a Bologna con la maglia- scrive Francesco F., postando con orgoglio una foto della casacca biancorossa - sentire borbottare i colleghi non ha prezzo». Oppure Riccardo S. che a proposito di maglie ieri sera ha indossato con orgoglio quella della Vuelle in mezzo alle casacche blu dei tifosi del PalaRadi, sapendo che la vera partita da seguire sarebbe stata quella di Cremona. Monica Generali © RIPRODUZIONE RISERVATA BASKET CIT Gli ultras hanno vissuto la serata di fronte alla Tv e poi hanno telefonato alla squadra. Selfie a Cremona in biancorosso