BASKET IL MOMENTO DEI BILANCI CONTINUATE A VOTARE IL GIOCATORE MIGLIORE DELLA STAGIONE SUL NOSTRO SITO INTERNET ALL'INDIRIZZO WWW.LANAZIONE.IT/PISTOIA «E' l'ultima stagione da presidente» ||g FlGXX Maltinti annuncia l'addio al termine dell'annata sportiva: «Ho quasi 70 anni, è giusto lasciare Rimarrò comunque dentro la società, non ho certo intenzione di mettermi a fare la calza...» Le frasi LEADER II numero uno del Pistoia Basket, Roberto Maltinti Il nostro sondaggio Sul sito de «La Nazione» Laquintana ancora davanti a tutti Votate il vostro giocatore preferito E' SEMPRE Laquintana il giocatore più votato dai tifosi della The Flexx sul nostro sito. Più distanti restano il capitano Ronald Moore, Tyrus McGee e Rapahel Gaspardo. Tutto può ancora cambiare, intanto però le indicazioni dei tifosi pistoiesi sono state piuttosto chiare. Il giocatore italiano è piaciuto quest'anno. Ricordiamo che per votare è sufficiente andare sul sito de La Nazione, www.lanazione.it e seguire le indicazioni per esprimere il proprio voto. Maurizio Innocenti «HO INTENZIONE lasciare l'incarico di presidente». Firmato Roberto Maltinti. Parole che pesano come ma- cigni e che fanno venire i crampi allo stomaco. Roberto Maltinti per tutti è «Il presidente» e questa notizia non può che destare grande amarezza. Se a Pistoia esi- ste il basket una parte del merito è anche sua, visto che si è sempre speso per dare alla città e ai tifosi un motivo per essere sentirsi orgogliosi di essere pistoiesi. Maltinti più volte aveva espresso questa volontà e poi per fortuna ci ha sempre ripensato, ma in questa circostanza il presidente biancorosso è convinto e non sembra intenzionato a tornare sui suoi passi. «CON CALMA - prosegue Maltinti - perchè non voglio mettere in difficoltà la società, e accompagnando chi verrà dopo, ma la mia intenzione è questa. Tra venti giorni compio 70 anni e ciò che ho fatto durante ¦ ¦Mi rendo conto che ci vuole qualcuno più giovane di me Esposito? Spero che rimanga, è un uomo leale e sincero ¦¦ Voglio impostare il lavoro che resta prima di andarmene Presidente The Flexx MALTINTI l'ultima partita non mi è piaciuto, non mi sento più all'altezza. Comunicherò questa mia decisione al consiglio direttivo appena sarà possibile. Chi arriverà sicuramente saprà ricoprire questo ruolo meglio di me, qualcuno più giovane, con idee più moderne. Io mi arrabbio se non mi portano i giornali da leggere e quando mi dicono di andare sui siti rimango a bocca aperta, amo parlare di persona e non tramite il computer, ma il mondo va verso questa strada ed è giusto che la percorra chi ne è capace». MALTINTI rimarrà comunque in società con un ruolo diverso, ma farà sempre par- te della grande famiglia biancorossa. «Certo che rimarrò in società e metterò a disposizione quello che so fare. Questo è il mio mondo e non posso abbandonarlo anche perchè non ho intenzione di mettermi a fare la calza». E per fortuna anche perchè è diffìcile immaginare Roberto Maltinti su una sedia..., non è proprio qualcosa che gli appartiene. Già il fatto che rimanga in società è senza dubbio una grande notizia perchè se c'è una cosa sulla quale non esistono dubbi è che Maltinti è amato dalla gente, soprattutto dal popolo biancorosso. Senza di lui il basket a Pistoia non sarebbe lo stesso. «C'È ANCORA tempo prima di chiudere - dice Maltinti - perchè c'è da finire la stagione, pensare alla prossima campagna abbonamenti e all'allenatore. Diciamo che fino a giugno gli impegni non mancheranno e io ho intenzione di portarli avanti fino in fondo». Maltinti ha toccato temi importanti: chiusura dell'anno, campagna abbonamenti e nodo allenatore. La speranza è che Vincenzo Esposito rimanga anche il prossimo anno sulla panchina di Pistoia. «Lo spero anch'io - dice il presidente - Esposito è una persona leale e sincera oltre che un grande allenatore e mi auguro che possa rimanere. Ha detto che si fida della società e del suo procuratore, io ancora non ho avuto modo di parlarci, ma lo farò sicuramente lunedì quando ci sarà il saluto della squadra. Come ho detto sono uno che ancora ama parlare guardando le persone in faccia e per me una stretta di mano vale più di qualsiasi contratto».