BASKETA QUARTI PLAYOFF, GARA 1 SABATO I DUE DERBY VINTI DA EA7 E GERMANI IERI È TOCCATO ALLA SACCHETTI BAND E STASERA 2° ROUND AL FORUM E AL PALAGEORGE Cremona, non è lontana Venezia Vero, vince la corazzata Ma la Vanoli è sempre lì Al Taliercio Finisce come da copione. Domani in campo VENEZIA: Sosa 3, Haynes 6, Pe-ric 23, Sosa, Bramos 12, Tonut 6, Daye 7, De Nicolao 3, Jenkins 5, Ress, Bolpin, Biligha 12, Watt 10. Ali: De Raffaele. CREMONA: Johnson-Odom 15, Martin 9, Gazzotti ne, T.Diener 13, Ricci 7, Ruzzier 2, Portanne-se ne, Fontecchio 10, Sims 11, D.Diener 2, Milbourne 8. Ali: Sacchetti. Arbitri: Sabetta, Biggi, Grigioni. Note: Fallo antisportivo a Ruzzier al 3' e a Jenkisn al 13'. Tiri da due: Ve 23/41, Cr 23/46. Tiri da 3: Ve 10/28, Cr 5/18. Tiri liberi: Ve 11/16, Cr 16/20. Rimbalzi: Ve 43, Cr 33. Assist: Ve 21, Cr 10. Massimo Rossi ¦ Venezia VINCE come da pronostico la Reyer Venezia e dopo i primi 15 minuti sembrava potesse essere un'imbarcata, ma Cremona come una formichina ha ricucito i 17 punti di svantaggio, avvicinandosi al massimo al -5, senza mai trovare la zampata per arrivare a un solo possesso di ritardo, creando grattacapi ai lagunari. Alla fine vince meritatamente la squadra di coach De Raffaele, brava a sfruttare i propri singoli e una panchina più profonda, garantendo lucidità nei momenti decisivi. Il primo canestro della partita è di Cremona con Mar- tin, poi è un monologo di Venezia che dà sfoggio di grande talento, con una circolazione di palla velocissima che manda in grande difficoltà gli ospiti: i lunghi di De Raffaele massacrano i pari ruolo di Cremona e a fine primo quarto la Vanoli è Cos'è mancato Le triple di Johnson-Odom cui il lagunare Tonut ha messo la museruola già sotto di 11,con la Reyer che fa segnare un incredibile 9/10 dal campo e la Sacchetti Band che fatica enormemente a mettere in prati- ca il proprio basket fatto di velocità e tiro da tre. I padroni di casa continuano a spingere sull'acceleratore: Peric è devastante (12 dei 14 punti del primo tempo tutti nel secondo quarto) e Venezia scappa fino al massimo vantaggio, +17. Coach Sacchetti prova a scuotere i suoi che trovano energia dalle penetrazioni di Johnson-Odom e dai punti dalla panchina di Fontecchio. A fine primo tempo, quindi, la forbice è accettabile e Cremona è sotto solo di 11. Cremona rientra con la faccia e lo spirito giusto: difesa più attenta e maggior precisione in attacco e piano piano il vantaggio si riduce. Travis Diener risponde a un immarcabile Peric che tiene a galla la Reyer con rimbalzi offensivi e canestri nei momenti difficili, ma al minuto 30 c'è ancora partita perché la Vanoli è sotto solo di 5. Watt e la tripla di Jenkins mettono subito in chiaro le cose, la Reyer vuole vincere senza arrivare in affanno nel finale. Cremona non molla, ma non riesce mai ad avvicinarsi seriamente a Venezia che, ogni volta che Cremona torna a contatto, pigia sul pedale dell'acceleratore. Venezia controlla e conduce in porto gara 1 come da copione, forse soffrendo più del previsto. Venezia la vince grazie ai rimbalzi, 43-33, e all'ottima circolazione di palla, 21 assist contro i 10 di Cremon. A Cre- mona sono mancate le bombe di Johnson-Odom, al quale Tonut ha messo la museruola, Venezia ga sfruttato la serata di grazia di Peric, 23 punti, con il 90% dal campo, una partita mostruosa per il numero 2 dei campioni d'Italia. Ap- puntamento a domani alle 20.30, ancora al Taliercio per gara 2: Cremona è pronta a dare battaglia. 3 RIPRODUZIONE RISERVATA