BASKET SERIE A IL RAPPORTO CON IL COACH «TECNICAMENTE MI HA FATTO MIGLIORARE SIA IN DIFESA CHE IN ATTACCO E DAL PUNTO DI VISTA UMANO È UNO CHE TI DICE LE COSE IN FACCIA SENZA TANTI SORRISINE Laquintana: il migliore secondo i nostri lettori The Flexx Dietro il capitano biancorosso Ronald Moore, a seguire Gaspardo, McGee e Mian Maurizio Innocenti TOMMASO LAQUINTANA è stato giudicato il migliore giocatore della The Flexx di questa stagione. Il sondaggio lanciato dal nostro giornale si è chiuso con questo verdetto. Subito dietro si è piazzato il capitano Ronald Moore e a seguire Raphael Gaspardo, Tyrus McGee, Fabio Mian, Deyan Iva-nov e Daniele Magro. «Ringrazio tutti i tifosi che mi hanno votato e che mi sono stati vicino nei momenti difficili - dice Laquintana NEL FUTURO «lo firmerei anche domani: mi sono trovato bene sia con la gente che con lo staff» - Mi fa molto piacere questa attestazione di affetto anche per come si era messa la stagione. Dopo l'infortunio c'erano voci che dovessi andare via e invece sono rimasto ed è arrivato anche questo premio. Potevo andarmene e invece ho deciso di rimanere perché non volevo lasciare la società e i tifosi in un momento diffìcile e la stima tifosi è la prova che ho fatto la scelta giusta». La stagione di Laquintana è stata senza alcun dubbio positiva sotto tanti punti di vista. Il cambiamento da quando dal primo giorno di ritiro all'ultima partita è stato netto ed evidente. «Questa è stata la stagione dove mi sono divertito di più e dove ho giocato meglio, mi sento un giocatore migliore rispetto a quando sono arrivato». LA «CURA ESPOSITO» ha fatto bene? «Benissimo - afferma La-quintana - Tecnicamente mi ha fatto migliorare tantissimo sia in difesa che in attacco e dal punto di vista umano è una persona vera, uno che ti dice le cose in faccia CONSIGLI Tommaso Laquintana insieme al coach biancorosso Vincenzo Esposito (foto archivio Castellani) senza tanti sornsim di circostanza. E' diffìcile trovare allenatori così sinceri e corretti e ogni giocatore desidera avere un coach come Esposito». A QUANTO PARE anche la cura Pistoia ha dato i suoi frutti. «Senza dubbio. Essere un beniamino della tifoseria pistoiese mi riempie di gioia perché è una piazza importante con tifosi eccezionali. Mi sono trovato bene fin da subito sia con la gente che con la società e tutto lo staff». A questo punto non rimane che firmare la riconferma. «Io firmerei anche domani - dice Laquintana - l'ho detto al mio procuratore e pure ai dirigenti. Capisco che ora sia presto e che ci siano tante cose da sistemare, ma per quanto mi riguarda la disponibilità è massima. Sono stato accolto benissimo non avrebbe senso andare via da un posto come questo».