Cremona Sacchetti dopo il ko con Venezia «Noi, mai fatto paura» ¦ Cremona IL PRIMO ROUND se l'è aggiudicato Venezia, ma Cremona ha dimostrato, a parte l'approccio troppo soft che le è costato caro, di poter mettere in difficoltà i campioni d'Italia giocando in velocità e con costanza nell'arco dei quaranta minuti. Cosa non affatto semplice al cospetto della solidità e della profondità degli uomini di De Raffaele, bravi ad azzannare la partita sin dal primo possesso, gestendo poi nel finale quando le energie sono venute meno. Ma stasera sarà tutta un'altra partita: nei playoff ogni gara azzera tutto. Coach Sacchetti: «Abbiamo regalato canestri facili all'inizio poi ci siamo riavvicinati ma mai per fare paura all'avversario». Ovviamente la differenza di valori tra Venezia e Cremona è innegabile, ma in una serie al meglio delle cinque partite anche alle favorite può capitare una giornata storta. La Sacchetti Band non dovrà perdere la positività che l'ha contraddistinta in questa stagione: la stanchezza si sta facendo sentire, e anche, forse, un poco di emozione per l'esordio in questi playoff, soprattutto in Fon-tecchio, Sims e Ricci, che in gara 1 hanno sbagliato un paio di appoggi semplici semplici. Toccherà a Johnson-Odom e all'esperienza dei cugini Diener trascinare la squadra: vincere al Taliercio è impresa da pochi, ma con un pizzico di aggressività e rabbia in più, Cremona potrebbe mettere a segno il colpaccio. Appuntamento a stasera alle 20.30 per il secondo atto, poi giovedì la serie si sposterà al PalaRadi (previsto il sold out), dove la Va-noli Cremona proverà ad allungarla fino a gara 4. Massimo Rossi