Tocca alla troika Di Paolo che fa? «Vorrei restare» Lo scenario Mercato affidato a Pashutin Bolshakov e Gerasimenko Incerta la permanenza dell'assistente italiano Con la firma di Pashutin sarà ora una troika russa a occuparsi del mercato canturi-no. Perché il nuovo coach si con-fronterà con quel Kiril Bolshakov che sta indossando sempre più le vesti di direttore sportivo in pectore del club brianzolo e naturalmente con il patron Dmitry Gerasimenko, vero e proprio deus ex machina. Urge firmare buoni italiani Alla luce di questa situazione si insinua il dubbio relativo a chi dei tre si occuperà in particolare dei giocatori italiani, poiché nessuno di loro vanta una conoscenza approfondita del mercato "interno". Detto che al momento in casa c'è soltanto Salvatore Parrillo che ha contratto e che uno probabile di restare dovrebbe essere Maurizio Tassone, per quanto riguarda Andrea Crosariol e Davide Cournooh è da tempo che si è ai saluti - senza scordarsi che pure un certo Christian Burns (diretto a Milano) ha giocato quest'anno da italiano... -ciò significa che sarà necessario ingaggiare almeno tre italiani che possano dire la loro e non soltanto saper stare in campo. E occorrerebbe farlo in tempi sufficientemente rapidi perché altrimenti la concorrenza giocherà d'anticipo, come del resto ha già iniziato a fare. «Mi sono trovato bene» Aproposito di italiani, ma declinati inversione allenatore, Giuseppe 'Tino" Di Paolo - nell'ultima stagione assistente di Marco Sodini - resterà o meno in Brianza? «Tempo fa la società mi ha chiesto se c'erala mia vo- lontà di restare - spiega il diretto interessato - e sinceramente mi ha fatto piacere che mi sia stato domandato poiché io sono arrivato qui tramite Marco (Sodini, ndr) e ora che lui non è più qui avrebbero anche potuto far finta di niente. Tra l'altro in quel periodo ancora non si sapeva chi sarebbe stato il nuovo capo allenatore». «Io resterei volentieri - assicura - anche perché ho avuto il piacere di aver vissuto la cosiddetta canturinità espressa dallo spogliatoio B oltre che dal contorno e dai tifosi. Mi sono trovato bene e ho coltivato rapporti umani che sono andati oltre il mero rapporto professionale». E dunque? «Ci sono alcune situazioni in essere ancora invia di definizione - precisa Di Paolo - che spero si possano risolvere a breve. Nel frattempo sto facendo alcune riflessioni attendendo una proposta ufficiale». F.Cav. ¦ «Qui sono stato bene eho coltivato rapporti umani oltre il mero rapporto professionale» Giuseppe "Pino" Di Paolo, assistente di Sodini nell'ultima stagione