Brindisi, è il momento delle scelte Giuri e Donzelli: cessioni possibili Basket L'Happy Casa si guarda attorno, individuati gli obiettivi ma le prime novità potrebbero riguardare le partenze di Antonio RODI BRINDISI - Il mercato biancazzurro è già partito. L'ossatura che ne verrà fuori è nota da giorni e sarà caratterizzata dalla nuova formula dei sei giocatori italiani più altrettanti stranieri senza distinzione di passaporto (la dirigenza di contrada Masseriola pagherà una luxury tax. di 40mila euro). Mancano all'appello gli "attori protagonisti", con i nodi che verranno sciolti con il passare delle settimane. La girandola di nomi è già iniziata, come da prassi consolidata. Prime strategie - Gli italiani da confermare e quelli da inserire nel nuovo roster. Con la Happy Casa sono sotto contratto Marco Giuri e Daniel Donzelli. Il playmaker nativo di Brindisi ha la possibilità di uscita dall' accordo firmato la scorsa estate con il club della sua città. Del resto lo stesso giocatore è finito nelle mire sia di Brescia (a confermarlo è stato il Gm della Leonessa, Alessandro Santoro) che di Venezia e la prospetti- va di poter giocare anche una competizione continentale lo potrebbe spingere ad accettare. Diversa invece la questione che riguarda Daniel Donzelli. L'infortunio occorsogli nel dicembre 2016 in occasione della trasferta in quel di Pesaro ne ha di fatto limitato il suo utilizzo nell'ultimo anno e mezzo. Qualche apparizione, ma nulla di più. Resta allora da capire quali saranno le intenzioni del club e, soprattutto, di coach Francesco Vitucci: continuare a scommettere sull'ala cremonese oppure decidere di girarlo in prestito. Per quel che concerne le new entry, i nomi sul taccuino sono quelli di Antonio Ian-nuzzi (che tornerebbe così ad indossare la canotta della Happy Casa), Tommaso Laquinta-na (legato da un altro anno di contratto con Pistoia ed inseguito da diverse società della massima serie tra cui Brescia), Marco Spissu (in uscita da Sassari), oltre agli esterni Matteo Mattini e Alessandro Zanelli, entrambi scommesse che giungerebbero direttamente dalla seria A2. Capitolo stranieri - Non c'è alcuna fretta di operare. Certo Brindisi proverà a trattenere Milenko Tepic, pedina assolutamente importante nello scacchiere da costruire, mentre lo sloveno Blaz Mesi-cek (altro giocatore sotto contratto con Brindisi ma con buyout già predefiniti a favore del club per uscirne verso squadre europee o in caso di approdo in Nba) sogna di approdare nel dorato mondo della palla a spicchi a stelle e strisce, tanto da aver dichiarato l'ingresso al Draft Nba 2018. Tempistica - Non è ancora tempo di chiusura contratti, al momento restano da fare solo attente valutazioni. Verrebbe da dire che è una fase di pianificazione, prima di cominciare ad operare in maniera a dir poco mirata. Sarà molto difficile chiudere in tempi strettissimi qualche operazione in entrata, ma se si presentasse l'occasione la dirigenza brindisina è pronta a considerarla e pertanto coglierla al volo. Daniel Donzelli in azione con la maglia dell'Happy Casa Brindisi nella sfida contro Milano