PALLACANESTRO SERIE A SI TRATTA DI UN TECNICO DI GRANDE ESPERIENZA: A OGGI HA TOTALIZZATO QUASI 600 PANCHINE FRA SERIE A E A2 Il nuovo coach è Ramagli Per lui un contratto biennale Pistoia Basket Massimo Capecchi: «E' la scelta migliore per noi» Maurizio Innocenti C'ERA SOLO da mettere nero su bianco, ma sul fatto che Alessandro Ramagli fosse il nuovo tecnico c'erano pochi dubbi. Ramagli, 54 anni, livornese, ha iniziato la sua carriera nei primi anni Novanta nel settore giovanile del Don Bosco Livorno. La sua prima esperienza alla guida di una prima squadra risale al dicembre 1999 quando in serie A2 rileva Stefano Mi-chelini proprio nella sua Livorno. Scelto nell'estate del 2000 da Marco Crespi come suo assistente sulla panchina di Biella dopo un solo anno viene promosso head coach dal club piemontese con cui, in cinque campionati di serie A, colleziona ben 179 panchine centrando i playoff in due occasioni (2002/03 e 2005/06). Nel gennaio del 2007 è ingaggiato da Pesaro in LegaDue dove guadagnatosi l'accesso ai playoff, riesce a centrare un'insperata promozione in serie A. L'impresa compiuta in Romagna NOVITÀ Alessandro Ramagli gli vale la chiamata della Benetton Treviso, ma la sua esperienza in terra veneta si conclude già nel mese di dicembre. Dopo un anno (in cui guida anche la Nazionale Under 18), riparte nuovamente dalla LegaDue stavolta a Reggio Emilia dove ri- marrà fino al 2010. Da novembre del 2010 fino al giugno del 2012 è a Teramo, in serie A, poi, con il fallimento della società abruzzese si accorda con Verona che guiderà nel campionato di A2 dal 2012 al 2015. Conclusa la lunga parentesi veronese siede sulla panchina della Mens Sana Siena, ancora in A2, per la stagione 2015/16 al termine della quale gli viene affidato l'impegnativo compito di riportare in massima serie la Virtus Bologna appena retrocessa e centra l'obiettivo al primo colpo. Quest'anno alla guida delle V nere ha chiuso la stagione al nono posto. A oggi Ramagli ha totalizzato quasi 600 panchine fra serie A e A2. «E' un grande orgoglio per me sedere sulla panchina di Pistoia - dice Ramagli - perché questa città vive da trent'anni e più per la pallacanestro e di pallacanestro». «SONO MOLTO FELICE - afferma il presidente bianco-rosso, Massimo Capecchi -di poter dare il benvenuto a Pistoia a un allenatore dell'esperienza di Alessandro Ramagli. Sono sicuro che sia la scelta migliore per il nostro contesto e la firma di un accordo biennale è il segnale della grande fiducia reciproca su cui intendiamo basare fin da subito il nostro rapporto».