Cantùfagola alle agenzìe Offerti PettyeMiles Basket Caccia a un play e un lungo L'ex Pesaro è stato in Lituania ed è anche sul taccuino di Bolshakov Più difficile la pista dell'ex Scafati LUCA PINOTTI CANTÙ Caccia aperta a un play e a un lungo americani. Dopo una primafase scoppiettante, il mercato della Pallacanestro Cantù ha subito un brusco rallentamento, ma potrebbe presto tornare nel vivo. Specialmente per quanto riguarda il play titolare, la proprietà sembra intenzionata a un investimento importante. Le agenzie bussano alleporte e Cantù non fa eccezione. Con la squadra in costruzione e con un nuovo allenatore, le proposte - da valutare ed eventualmente prendere in considerazione - non mancano di certo. L'ultima recapitata in sede, in ordine di tempo, riguarda un giocatore già visto in Italia alcuni anni fa. Si tratta del play americano, tra poco trentenne, Perrish Peny Petty, alla VL Pesaro nella stagione 2014/15. Lo scorso anno ha giocato nel Gym-nastikos Larissa-Faros (Al greca), per poi emigrare a febbraio in Lituania allo Dzukija Alytus. Un giocatore fatto e finito, che Kirill Bolshakov sta già "vivisezionando": da qui a dire che ci sia una trattativa in corso ce ne passa. Altro nome, decisamente meno spendibile, ma comunque proposto a Cantù, è quello di Anthony Miles, fresco di apparizione lo scorso anno in A2 alla Givo-va Scafati: un'esperienza durata pochi mesi, visto che a dicembre il play è stato sospeso invia cautelare dalla Procura Nazionale Antidoping dopo essere stato trovato positivo dopo un controllo. Nomi e nulla più, in questo momento. Cantù aveva cominciato il mercato con quattro nomi in serie - Ike Udanoh, Shaheed Davis, Frank Gaines e Omar Calhoun - anche per poter presentare la campagna abbonamenti con un'idea di squadra già spendibile. Campagna che era stata annunciata per l'inizio di questa settimana, ma la cui pre- sentazione slitterà di qualche giorno, visto che patron Dmitry Gerasimenko deve dare il via libera definitivo. Ma, ora, la stagione comincia davvero a enti-are nel vivo: domani alle 11 a Mies, cittadina svizzera a pochi minuti da Ginevra, si terranno i sorteggi delle qualificazioni di Champions League. All'evento parteciperà Andrea Mauri, amministratore delegato della Pallacanestro Cantù: i sorteggi saranno trasmessi in diretta streaming sul sito www.cham-pionsleague.basketball. Cantù partirà dal primo turno e dovrà superare tre squadre per potersi qualificare alla fase a gironi. Si inizia il 20 settembre, con partite di andata e ritorno, terzo e ultimo turno, per chi ci arriverà, il 2 ottobre. Le eliminate - ma Cantù nonpare propensa a parteciparvi - saranno ammesse all'Europe Cup, la seconda coppa organizzata dalla Fiba. L. Spo. Dmitry Gerasimenko (a sinistra) e Andrea Mauri, proprietario e ad di Red October Cantù foto di emme I La campagna abbonamenti verso lo slittamento Manca ancora lbk di Gerasimenko IE domani in Svizzera (a Mies) il sorteggio della Champions Ci andrà Mauri