BASKET LA NUOVA SQUADRA «SONO MOLTO CONTENTO DI ESSERE TORNATO IN QUESTO AMBIENTE MI TROVO BENE VOLEVO FARE IL SALTO DI QUALITÀ DOPO L'A2» Severini: «Pistoia, una sfida stimolante» IL giocatore è cresciuto nel vivaio biancorosso e si è fatto apprezzare a Casale Monferrato sco e dove mi sono trovato benissimo. Dopo due anni in A2 pensavo fosse arrivato il momento per provare il salto in serie A e Pistoia per me rappresenta il contesto migliore». Due anni a Casale Monferrato dove Se-verini si è laureato come uno Il ds Stilli «Abbiamo seguito la sua formazione e abbiamo deciso di puntare su di lui» RITORNO A CASA Luca Severini in campo con Casale Monferrato e alla presentazione di ieri LUCA SEVERINI è tornato a casa, al Pistoia Basket. Dopo due stagioni a Casale Monferrato, il lungo marchigiano è rientrato alla base per tentare il salto di qualità. «Presentiamo una vecchia conoscenza- dice il diesse biancorosso, Michele Stilli, durante la presentazione del giocatore tenuta nella sede del Materassifi-cio Montalese - visto che Severini vanta trascorsi importanti nel nostro settore giovanile e proprio a Pistoia ha maturato le sue prime esperienze in prima squadra. Luca era già sotto contratto con noi e dopo due stagioni importanti in A/2 abbiamo deciso che fosse il momento di consentirgli di fare il salto nella massima serie. Siamo contentissimi di averlo qui, abbiamo seguito la sua crescita e sappiamo quanto possa dare tecnicamente e anche umanamente, visto che è un ragazzo super». «Ringrazio Stilli e sono molto contento di tornare a Pistoia -sono le prime parole di Severini - in un ambiente che cono- dei migliori giovani della serie A/2. Un buon biglietto da visita, ma la serie A è tutta un'altra cosa e ci sarà da lavorare duro per stare al passo della categoria. «A Casale sono stati due anni importanti - dice ancora il giocatore - soprattutto l'ultimo, anche se il finale non è stato come avevamo sperato. Ho acquisito sicuramente più esperienza, reso più efficace il mio tiro, ma in generale ho cercato di lavorare su tutti gli aspetti del mio gioco, esattamente come proverò a fare anche nella prossima stagione». Severini torna in una Pistoia diversa rispetto a quella che aveva lasciato: «Tante cose sono cambiate, a partire dal coach e dall'età media molto giovane. Sarà una bella sfida e un grande stimolo affrontare squadre più esperte, daremo il massimo in ogni singolo allenamento e in partita per colmare il gap contro squadre che sulla carta possono essere più forti». Severini e Ramagli si sono già incrociati da avversari e ora le loro strade andranno a braccetto: «Ho giocato contro la Virtus allenata da Ramagli ai playoff due anni fa - chiude Severini -e già mi aveva fatto una buona impressione. In questi giorni ho avuto modo di parlarci di persona e mi ha colpito la sua fiducia nella squadra giovane che si sta delineando. Mi ha detto che sicuramente avrò minuti importanti e dovrò sempre farmi trovare pronto, per rispondere presente ogni volta in cui sarò chiamato in causa». Maurizio Innocenti