Legnano-show: l'idea è Mike Hall SERIEA2 Gli Kniqhts provano a battere la concorrenza di Ferrara e Cento Legnano prova a calare l'asso Mike Hall per garantire spettacolo assicurato ai tifosi del PalaB or-sani. Il presidente Marco Tajana ha formulato una proposta ufficiale alla 34enne ala forte statunitense, giocatore poliedrico sul campo ed istrionico fuori (iperattivo sui social network utilizzando Face-book e Twitter per interventi arguti e spesso stimolanti sul mondo del basket italiano) che nelle ultime due stagioni è stato protagonista assoluto in serie A2. Nel 2016/17 il giocatore del 1984 ha totalizzato 19,1 punti e 13,6 rimbalzi a Biella, trascinando i piemontesi al primo posto della regular sea-son; non confermato a sorpresa al termine della stagione, Hall si è "riciclato" a Ferrara dove ha chiuso a 16,1 punti più 13,0 rimbalzi e 3,9 assist. Un giocatore totale per talento e cari- sma, anche se non di facile gestione, che Legnano vorrebbe aggiungere a prescindere dalla scelta del lungo italiano da quintetto: sull'atleta del 1984 ci sono Ferrara e Cento, in particolare quest'ultima avrebbe sottoposto un'offerta a sei cifre che gli Kni-ghts non sono in grado di paleggiare. Le carte che la società altomilanese si vuole giocare sono il richiamo di un allenatore di esperienza come Giancarlo Sacco, e soprattutto la vicinanza a Milano, città che Hall ama dopo le stagioni 2008/09 e 2009/10 disputate in maglia Olimpia e dove torna spesso nei giorni liberi. Più che le alternative di A2, Legnano "teme" eventuali proposte concrete dalla serie A, categoria nella quale l'atleta del 1984 non gioca dal 2010/11 a Teramo; se l'interesse di Brindisi si concretizzasse in una offerta vera e propria il sogno degli Knights svanirebbe definitivamente, tra la notte italiana e la giornata di oggi la società altomilanese attende di sapere se la sua proposta è stata presa in considerazione e la trattativa potrà svilupparsi concretamente. " IN SERIE A-Milano è alla stretta decisiva per Mike James: se quella del-l'Olympiacos sarà solo azione di disturbo su un giocatore liberato dal Pa-nathinaikos, allora l'ex Omegna è destinato ad accettare la proposta 2+1 da più di 5 milioni di dollari che ha sul piatto da 3 mesi. Intanto si attende il sì definitivo di Simone Fontec-chio al rientro nei ranghi -la società spinge tantissimo per convincere l'ala del 1995 - mentre Bruno Cerella ha ottenuto il via libera per il ritorno a Venezia; a questo punto Pesaro punta su Riccardo Mora-schini e prova a convincere a restare Taylor Braun (una delle alternative per l'Openjobmetis se Scrubb dirà no). Intanto Cremona ha riaperto la trattativa per Kelvin Martin, attuale piano B di Varese, mentre Brescia ha chiuso per Eric Mika e Marco Ceron e attende sviluppi sul fronte Awudu Abass (ipotesi alternativa per Trento se non tornerà Davide Pascolo) dopo la firma di Michele Vitali ad Andorra (accordo 1+1 per l'esterno del 1991 che sfiderà proprio la Germani nel girone eliminatorio di Eurocup). Forte l'interesse di Reggio Emilia per Dominique Johnson: l'uomo salvezza della Varese 2016/17 discute un accordo su cifre più alte del 40% rispetto alle disponibilità dell'Openjob-metis nello spot vacante di ala piccola. Proposta di contratto degli Knights Legnano per il 34enne Mike Hall