Happy Casa Brindisi: mirino su Hall e Brown Basket La società biancazzurra impegnata nella scelta dei rinforzi. A Las Vegas l'annuncio dei primi colpi Sono già ufficializiati Zanelli e Wojciechowski Attese novità anche nella scelta degli italiani di Antonio RODI BRINDISI - Tra la Sum-mer League di Las Vegas e qualche idea "made in Ita-ly", la Happy Casa Brindisi cerca di metter su un roster di qualità in vista del prossimo campionato di serie A. Al momento sono solo due i tasselli che hanno trovato la loro collocazione: il playmaker Alessandro Zanelli ed il lungo di formazione italiana Jakub Wojciechowski. Gli altri pezzi del mosaico sono ancora da incastrare, ma il mercato biancazzurro prosegue senza particolari assilli, di fatto con la tranquillità che, soprattutto in questa particolare fase, deve contraddistinguere il sodalizio di contrada Masseriola. Le idee sono ben chiare. Il duo Giofrè-Vitucci ha bene in mente come operare e su quali giocatori indirizzare le attenzioni. I tempi non sono poi così stringenti, e tutte le valutazioni vengono fatte con assoluta attenzione. Nel Nevada, dove è in corso la Summer League Nba, lo staff tecnico biancazzurro prende contatti e spunti sui giocatori che potrebbero tornare utili alla causa. Ma non è detto che bisognerà pescare dalla manifestazione americana, anzi. Il club pugliese sta monitorando anche altre piste. Un'ipotesi potrebbe essere quella del 34enne statunitense naturalizzato irlandese Mike Hall, con un passato nella massima serie a Milano e Teramo, con esperienze in A/2 a Biella e a Ferrara, oltre che a livello europeo tra Turchia, Spagna e Israele. Un'ala forte perimetrale di 203 cm reduce da due annate a Biella (2015/2016 e 2016/2017) e dalla scorsa passata a Ferrara dove in stagione regolare ha viaggiato a 16,1 punti di media, oltre a 13 rimbalzi, 3,9 assist e 24,8 di valutazione totale, mentre nelle otto gare di play off ha timbrato 15,5 punti, 9,5 rimbalzi, 3,9 assist e 24,1 di valutazione totale. Così come resterebbe in piedi l'ipotesi John Brown, lungo portato in Italia pro- prio dall'attuale ds della Happy Casa, Simone Giofrè, nell'estate 2015 e assoluto protagonista la passata stagione a Treviso (A/2). Sono due opzioni sul tavolo, ma ovviamente ce ne sono altre che, in queste ore, vengono passate sotto la lente d'ingrandimento. Fermo restando il mercato degli italiani, che rimane una priorità del mercato biancazzurro. Su questo fronte, Brindisi continua a seguire almeno un paio di interessanti prospetti, i cui nomi potrebbero essere svelati molto a breve. E le altre? Presto detto. Mentre Cremona ha avuto Pok per la riconferma di Tra-vis Diener, la Virtus Bologna ha definito gli arrivi di Kevin Punter (guardia a stelle e strisce che con la maglia dell'Aek Atene ha conquistato la Coppa di Grecia e la Fiba Champions League) e Dejan Kravic (centro con la doppia nazionalità serba e canadese che nell'ultima stagione ha vestito la maglia dei greci Panionios timbrando 11,8 punti, 4,9 rimbalzi in poco più di 18. Il presidente Fernando Marino e l'allenatore dell'Happy Casa Brindisi Frank Vitucci. I due hanno già in linea di massima disegnato il nuovo roster ora non resta che mettere a segno i primi colpi di mercato