IL BASKET Bye bye Happy Casa Mesicek lascia Brindisi Basket II Brindisi ha ufficializzato l'addio dello sloveno che ha già trovato l'accordo con l'Olimpia Lubliana Happy Casa, Mesicek saluta e torna in patria di Antonio RODI___________ BRINDISI - La notizia era già nell'aria da diverso tempo e ieri ne è giunta l'ufficialità. Le strade della Happy Casa Brindisi e di Blaz Mesicek si separano. Stringata la nota stampa diramata dalla società biancazzur-ra, nella quale viene annunciata la rescissone consensuale del contratto in essere con il giocatore sloveno al quale "vanno i più sinceri ringraziamenti per il lavoro svolto e la professionalità mostrata durante la sua permanenza in biancoazzurro, augurandogli un proseguimento di carriera ricco di soddisfazioni e successi", conclude la nota. La sua avventura con la maglia bianeazzurra è durata due stagioni. Giunto a Brindisi nel dicembre 2016, Balz Mesicek lascia la città adriatica dopo aver disputato 39 partite e viaggiato complessivamente a 8,6 punti di media a partita (tiran- do con 46,2% da 2, il 39,8% da 3 ed il 71,8% dalla linea della carità), oltre ad aver catturato 2,1 rimbalzi e certificato 6,9 di valutazione totale nei 21.6 minuti di utilizzo. Dopo l'esperienza brindisina, Blaz Mesicek ritorna in patria avendo firmato un biennale con l'Olimpia Lubiana, il club che, di fatto, lo ha visto crescere cestisticamen-te dopo averlo reclutato nell'estate 2013 dalle giovanili del Grosuplje (con la maglia dell'Union Olimpija Ljubljana nella stagione 2015/2016 ha disputato 24 partite in Adriatic League con 4,7 punti in 14 minuti di utilizzo medio e 15 match in Eurocup registrando una media 5,7 punti e 2,6 rimbalzi in 17 minuti, mentre la stagione successiva ha prodotto 12,1 punti, ricevendo inoltre, la convocazione per l'Ali Star Game della massima lega slovena). «Sono molto felice di toma-re a giocare con la maglia dell'Olimpia - sono state le sue prime parole - e per me si tratta di una grande opportunità. Ringrazio la società, che mi ha voluto nuovamente qui e credo che con i miei nuovi compagni di squadra riusciremo a raggiungere i migliori risultati possibili». Di fatto con la partenza di Blaz Mesicek la rivoluzione è totale. Infatti la squadra che la scorsa annata ha raggiunto una soffertissima permanenza nella massima serie è stata rivoltata come un calzino. Non c'è traccia alcuna dei vari Nic Moore (accasatosi in A2 alla Virtus Roma), Scott Suggs ecc., l'unico superstite è coach Frank Vi-tucci al quale lo stato maggiore biancazzurro ha ridato le chiavi del comando. Mancano ancora due pedine per completare in toto il roster che sarà ai nastri di partenza del campionato 2018/2019. U nodo maggiore da sciogliere resta quello dell'ala piccola da starting live, per il quale potrebbero giungere importanti novità molto a breve. L'addio di Blaze Mesicek era nell'aria da tempo e ieri è stato ufficializzato. Ora la sua carriera proseguirà nell'Olimpia Lubliana. A sinistra, coach Vitucci