VUELLE UN NUOVO RINFORZO Arriva il russo Shashkov Un'altra torre per Pesaro Mercato II promettente 18ennep 2.08p ha lasciato il suo club in Slovenia Pesaro UNA BELLA NOVITÀ per la Vuel-le dopo la vittoria che ha aperto la stagione. E' in arrivo in città un interessante prospetto di 18 anni, di nazionalità russa, che viene definito dagli addetti ai lavori più che promettente. Alexander Shashkov (foto), 2.08, che gioca nel ruolo di ala forte, è uscito dal contratto con l'Helios Suns Domza-le, il club sloveno che lo ha reclutato quando era davvero giovanissimo e dove aveva già disputato le prime due giornate, segnando 5 punti di media. In Italia, però, si era già fatto notare avendo disputato il torneo intemazionale di Cagliari con la maglia dell'Armani: dovrebbe essere Milano ad averlo liberato dal contratto precedente che gli consentirà di maturare in un club che gli mette sicuramente meno pressione. SHASHKOV, che già oggi si allena con i nuovi compagni al PalaCam-panara, andrà a dar manforte al pacchetto lunghi, dove comunque Zanotti non aveva affatto sfigurato finora, tenendo conto che proviene dalla serie B. Per poter inserire il giovane russo nel ro-ster, Pesaro dovrà passare al 6+6, cambiando quindi formula rispetto a quella di partenza, ma i tempi tecnici del suo tesseramento non dovrebbero essere influenzati da questo passaggio. La società, in tarda serata, ha confermato le voci che rimbalzavano ormai in tutta Europa con un breve comunicato sul sito: «La Vuelle comunica di aver sottoscritto un contratto per la stagione sportiva 2018-2019 con il giocatore Alexander Shashkov. Nato a Yekaterin-burg il 26 febbraio 2000, ala di 2.08 per 91 kg, Shashkov ha vestito la maglia di tutte le nazionali russe giovanili impegnate in competizioni europee e mondiali, prima di essere tesserato (nel 2017/2018) dalla formazione slovena dell' Helios Domzale, partecipante all'Adriatic League». UNA BELLA iniezione di entusiasmo e di energia che servirà magari anche per spingere la riapertura della campagna abbonamenti che ieri ha già portato qualche frutto: una quindicina di persone si sono presentate in via Paterni per sottoscrivere la tessera per la stagione. Diversi erano padre e figlio, mentre un nonno, già abbonato, è venuto ad acquistarlo per il nipote. Non solo: non sapendo che la campagna riapriva mercoledì, già lunedì e martedì alcune persone si erano presentate in via Bertozzi-ni. Chissà quanto avrà contato l'esordio vittorioso o magari il fatto di aver sentito la mancanza della pallacanestro nella prima dome- nica. Elisabetta Ferri