Vitucci: «Prova eccellente Con l'atteggiamento giusto» L'allenatore di casa «L'obiettivo di inizio stagione, ossia arrivare a una salvezza senza troppi patemi, resta lo stesso» BRINDISI ______ Frank Vitucci ha il volto soddisfatto di chi non solo ha vinto la partita ma ha visto la sua squadra giocare come voleva. Quello che poi ha raccolto Brindisi, ossia i due punti che permettono ai pugliesi di salire a quota sei e di godersi il secondo successo di fila dopo il blitz di Pistoia della scorsa settimana. «Come direbbero quelli bravi - spiega con il sorriso il coach di Brindisi - il piano partita è stato buono. Devo ringraziare i miei giocatori perché la prestazione è stata eccellente e abbiamo giocato da squadra. Lo dimostrano gli assist in più che abbiamo realizzato, le palle recuperate che sono state più di quelle perse. Abbiamo commesso un solo errore: nel secondo quarto ci siamo fatti soggiogare dal loro ritmo. Quando invece abbiamo controllato noi ed impostato noi il ritmo della partita, abbiamo trovato buone conclusioni. Vorrei vedere sempre questo atteggiamento, quando trasformiamo in partita il lavoro settimanale che è sempre portato avanti con serietà dai ragazzi». La squadra sta crescendo, lo ammette anche il coach Vitucci che però non vuole fare voli pindarici e mantiene ben saldi i piedi a terra L'obiettivo di inizio stagione, ossia arrivare ad una permanenza in serie A senza troppi patemi, resta lo stesso. «Ho notato una crescita costante della squadra, ma possiamo ancora migliorare - fa presente -. Anche chi adesso sta facendo meno bene dal punto di vista offensivo, si sacrifica tanto difensivamente. Tuttavia, dobbiamo continuare a guardare dietro. Più squadre lasciamo in coda, più siamo tranquilli. Però bisogna giocare con umiltà perché siamo allaquintapartita di campionato e non avrebbe senso cambiare obiettivi solo perché abbiamo vinto con Cantù». Frank Vitucci, allenatore dell'Happy Casa Brindisi