La Virtus sarà l'avversaria domenica di Cantù Che prova di forza, laReyer Bologna dura solo un quarto Prova di forza della Reyer Venezia, che reagisce alla prima sconfitta ufficiale della stagione (con Tenerife in Champions League) travolgendo la Segafredo Virtus Bologna (domenica prossima avversaria della Red October al PalaDozza) 94-75 e mantenendo l'imbattibilità in testa alla serie A II ma- tch degli ospiti, avanti anche di 5 punti (10-15 al 60, dura praticamente solo un quarto (21-19 dopo 10'), anche se la crescita di Venezia nel corso del primo parziale aveva lasciatogiàpresupporre il seguito (29-17 di valutazione dopo 10', alla fine saràl20-65).A dare il "la" alla vittoria lagunare la prova dell'mvp Tonut (21 pun- ti e 23 di valutazione), ben accompagnato soprattutto da Watt (17 punti e 8 rimbalzi). Ma sono in 5, nella Reyer, a chiudere in doppia cifra (Daye, Vidmar e Biligha a quota 12). Per la Virtus il miglior realizzatore è Aradori, anche se molti dei suoi 22 punti arrivano nel finale, a risultato compromesso dopo aver toccato anche il -26 (88-62). In coda Trento e Pistoia ancora all'asciutto Trento che perde di 38 punti nell'anticipo del sabato ad Avellino, Pistoia piegata di 17 da Trieste. Le squadre rispettivamente di coach Buscaglia (foto) e Ramagli non riescono a schiodarsi dal fondo e restano ferme a zero Cremona, quarta vittoria in cinque partite La Vanoli al PalaRadi supera Sassari 80-73 con la quale (e con Cantù) condividerla il terzo posto in classifica. Una partita dalla grande intensità che la squadra di coach Sacchetti (foto) ha risolto solamente nell'ultimo quarto