OJM un po'spenta È Reggio che ride Tanti errori e un'altra prestazione esterna sotto tono per Varese che cade ancora: 74-68 L'OJM a pranzo rimane a digiuno LUNCH MATCH Ledo esalta Reggio Emilia REGGIO EMILIA - L'Openjobmetis non guarisce da) mal di trasferta sul campo della Grissin Bon. La compagine di Attilio Caja si arrende alla fame di punti dei padroni di casa, che cavalcano il talento del bomber Ledo per nascondere l'assenza pesante dell'infortunato Butterfield. Varese gioca la partita tatticamente accorta impostata dal coach pavese, controllando i ritmi e tenendo il punteggio basso contro un'avversaria corsaiola come la formazione di Ca-gnardi. Ma contro la peg-gior difesa della serie A i biancorossi producono un fatturato offensivo decisamente troppo modesto per coronare i frutti delle loro fatiche in retroguardia. L'OJM macina trame pazienti ma troppo spesso sterili: con Avramovic guardato a vista da Candì e mai in grado di accendersi tra cambi punitivi e misure troppo spesso sfasate negli assalti al ferro, l'attacco di Varese non ha alternative al martellamento dall'arco che però funziona poco e male (8/27 totale, sarebbe 3/16 senza l'unica mano calda Archie). Il rammarico maggiore è per i primi 15' con l'inerzia in mano, nei quali però la squadra di Caja raccoglie solo in minima parte per la difficoltà del suo attacco di monetizzale il volume di faticapro-fusa sul parquet. Poi sopravviene la frustrazione e fioccano le palle perse, tante volte banali, a togliere fluidità ad una manovra prevedibile senza un'alternativa affidabile ad "Avrà". Non può esserla Moore, la cui taglia fisica è troppo limitata per incidere in penetrazione; né Bertone, elemento di quantità che non graffia con minuti spot; né Scrubb, che ha doti di finahzzatore sugli scarichi e in campo aperto ma non crea con la palla in mano. Ma se le guardie producono così poco, non bastano i 37 punti fatturati da Archie (il migliore della stagione) e Cain per portare a casa una partita che Reggio Emilia ha vinto quando ha abbassato il quintetto giocando con tre piccoli per aumentare l'aggressività e migliorale le spaziature offensive. Tra martedì in Ungheria e ieri al PalaBigi sono arrivate risposte sostanzialmente analoghe: questa Varese, semplicemente, non ha abbastanza qualità perimetrale per riuscire a ripetere in versione esportazione il suo rendimento casalingo. Fa bene Attilio Caja a guardarsi le spalle e pensare alla distanza dall'ultimo posto, inquadrando la salvezza come obiettivo primario? Impegno e applicazione danno gas quando l'OJM gioca ali 'Enerxenia Arena, ma evidentemente non bastano per incidere lontano da Masnago. Ora il fattore campo darà il suo conforto in occasione delle prossime sfide contro Rilski Sportist e Avellino: in particolare il match di domenica contro l'attacco atomico di una squadra di alto rango come la Sidigas dovrà dare altre risposte importanti sullo spessore di Varese. Che per provare a proporre un volto esterno meno prevedibile e piatto potrebbe valutare un esterno di qualità e personalità da incastrare tra Avramovic e Scrubb durante la pausa per le Nazionali. Giuseppe Sciascia 9 RIPRODUZJONEP.ISERVATA LA GIORNATA / Milano travolge Torino Milano e Venezia proseguono la loro marcia forzata al vertice. L'Ax Exchange (Micov e Gudaitis 16) dilaga nel finale sul campo di Torino (Taylor 16, Wilson 13) che crolla dopo il 57 pari del 30'. L'Umana (Tonut 21, Daye 17) rimanda al mittente le velleità della Virtus (Aradori 22) con una serata da 11/19 da 3.Sale Cremona (Crawford 24, Ruzzier 15) che regola Sassari (Bamforth 16, Polonara 15) e resta sola al terzo posto. Brindisi (Clark24, Banks 13) concede le briciole all'attacco di Cantù (Jefferson 23; 4/21 da 3 di squadra) e aggancia il plotone a quota 6. Si salva col brivido Brescia (Hamilton 15, Beverly 11 ) che piega in volata Pesaro (Blackmon 36), mentre Trieste (Peric 23, Silins 20) acuisce la crisi di Pistoia che resta sul fondo della classifica con Trento, travolta ad Avellino (in cerca di un sostituto dell'infortunato Costello per la trasferta a Varese). REGGIO EMILIA Llompart 11(1-1,3-5), De Vico 3(1-1,0-1), Griffin 8 (3-5, 0-3), Candì 6 (2-2,0-3), Ledo27 (5-9, 3-11), Elo-nu, Vigori ne, Cervi 8 (3-5), Cipolla ne, Dellosto ne, Mussini 6 (2-5 da3), Gaspardo5(2-3,0-1).AII. DevisCagnardi. VARESE Archie 22 (3-6, 5-11), Scrubb 5 (0-2,1 -3), Moore 7 (2-3, 1-4), Cain 15 (7-9), Avramovic 9 (4-7, 0-3), Ferrera (0-1 da 3), Bertone 2 (1-4, 0-1), Verri ne, Natali, lannuzzi 1 (0-1), Gatto ne, Tambone 7 (1-1,1-4). Ali. Attilio Caja. Arbitri Begnis. Belfiore, Catalano. Note Tiri liberi: Reggio Emilia 16/25, Varese 8/13. Rimbalzi: Reggio Emilia 34 (Ledo 9), Varese 33 (Cain 10). Totali al tiro: Reggio Emilia 17/26 da 2, 8/29 da 3; Varese 18/33 da 2, 8/27 da 3. Assist: Reggio Emlia 12 (Candì 6). Varese 15 (Avramovic, Scrubb, Archie 4), Valutazione: Reggio Emilia 85, Varese 57. Antisportivo a Mussini 29'54" (52-43). PROSSIMO TURNO *¦ Sabato 10 novembre Sassari-Venezia ore 20 Trento-Brescia ore 20.30 > Domenica 11 novembre Torino-Brindisi ore 12 Milano-Reggio Emilia ore 17 Bologna-Cantù ore 17.30 Varese-Avellino ore 18.30 Pistoia-Cremona ore 20.45 ? Lunedì 12 11 novembre Pesaro-Trieste ore 20.30