VOCI CAMPO Conti «Troppe palle perse» Cagnardi «Bravo Candì» CONTI «Buona prestazione difensiva al di là della fiammata finale di Ledo, ma le troppe palle perse e le brutte percentuali al tiro ci hanno condannato alla sconfitta. Alla squadra non si può rimproverare nulla in retroguardia, però abbiamo raccolto molto poco rispetto al volume di energia profuso». CAGNARDI«Èstata una battaglia contro una squadra ben preparata e organizzata, con un ritmo difensivo individiabile. Non volevamo solo correre ma anche cavalcare le qualità dei nostri talenti; siamo stati molto bravi a fare le cose che servivano nei momenti chiave, interpretando lucidamente i ritmi nel capire quando provare ad andare in campo aperto e quando gestire la gara, in particolare con Ricky Ledo che negli ultimi cinque minuti è stato determinante». CONTI-2 «Purtroppo il reparto esterni è stato sottotono praticamente in blocco, anche per questo abbiamo prodotto poche occasioni per andare in lunetta lasciando tra l'altro sul ferro qualche opportunità ghiotta nel quarto periodo. In generale, se non fai canestro pur costruendo un discreto volume di gioco diventa difficile, come a Sassari la difesa ha funzionato ma non raggiungendo i 70 punti segnati è complicato fare bottino». CAGNARDI-2 «Bravo Candì a limitare molto bene Avramovic, in generale gli italiani sono stati positivi con l'energia di Gaspardo e Mus-sini, Griffin ci ha aiutato pur a fasi alterne nei momenti importanti e Llompart ha punito le scelte tattiche di Varese con i suoi canestri da 3 nel primo tempo. L'infortunio di Cervi? Un risentimento all'adduttore, difficile valutarlo a caldo, ne sapremo di più fra 48 ore». (ti riproduzione riservata