BASKET. Oggi (ore 20.30) sassaresi sul parquet del PalaSerraditnigni per l'Europe Cup Dìnamo, puoi chiudere i conti Con IL Leicester per L'accesso anticipato aL Second Round SASSARI. «Vogliamo non solo vincere per ottenere la qualificazione, ma l'obiettivo è chiudere la regular sea-son imbattuti». Tiene alte l'attenzione e l'ambizione il coach Enzo Esposito che dalla gara di stasera contro il Leicester in programma al PalaSerradimigni ore 20.30) si attende un successo abbinato ad una prestazione convincente, soprattutto sotto il profilo della continuità. L'accesso in antìcipo al Second Piound della Europe Cup è scontato o quasi, ma c'è comunque differenza tra primo e secondo posto. Come prima classificata Sassari sarebbe inserita con la prima del girone A e le seconde del girone C e del girone E. Se invece arriva seconda affronta le due prime dei gruppi C e F, più la seconda del gruppo B. Serve un rìscuUo Dopo la sconfìtta di Cremona la Dinamo ha bisogno di fornire una prova robusta che dia slancio per affrontare sabato la capolista Venezia. Anche se Esposito ci tiene a precisare: «Non siamo il Cska Mosca che deve vincere sempre. Certo, siamo stati leggeri in difesa nei momenti cruciali e questo deve servirci da lezione». Il tecnico biancoverde (i colori cambiano nelle coppe europee) non ha ancora deciso chi lasciare fuori dalle rotazioni: Spissu è favorito su Parodi. All'andata il Banco di Sardegna si è imposto 90-78 grazie al dominio a rimbalzo (+20) e cinque giocatori in doppia cifra: Cooley 15 punti, Pette-way 13, Polonara e Bamforth 11, Smith 10. Erano assenti sia Parodi sia Spissu. Tra gli inglesi i migliori furono Bur- nett con 23 punti e Holder con 13. «Ma nel turno scorso hanno reso dura la vita al Szolnoki perdendo solo di tre lunghezze, e questo dimostra che il Leicester non è in vacanza, va rispettato e affrontato con concentrazione». Giampiero Mai-ras RIPRODUZIONE RISERVATA LA SFIDA It coach delta Dinamo Sassari Vincenzo Esposito IL NUMERO 5 I giocatori del Banco in doppia cifra nella sfida d'andata