BASKET SERIE A UN WEEKEND SENZA IMPEGNI PRIMO INCROCIO: DOMENICA PROSSIMA, 9 DICEMBRE AL PALADOZZA ARRIVERÀ' SASSARI UNO SPAREGGIO PENSANDO ALLA COPPA ITALIA La Virtus vuole accelerare puntando alla final eight Nodo Ovale Nel mirino il rendimento alterno di Brian te che restano da qui alla fine del girone d'andata gli avversari sono tutti abbordabili, è altrettanto vero che negli appuntamenti che non doveva sbagliare, vedi Creinoli recupero di Martin Kelvin fondamentale in difesa, ma deve osservare uno stop di ben tre settimane na e Pesaro, la formazione allenata da Pino Sacripanti non ha messo in campo il giusto atteggiamento. E DALL'ESTERNO si ha l'impressione che il gruppo tenda a disunirsi anziché compattarsi mostrando una notevole debolezza di carattere. Ed è su questo punto che arrivano le perplessità maggiori sui singoli giocatori, perché c'è la tendenza ad andare ognuno per i fatti suoi quando le cose non vanno come dovrebbero. L'analisi potrebbe sembrare severa e qualsiasi avvocato difensore potrebbe citare come queste considerazioni non spieghino l'imbattibilità nella Basketball Cham-pions League. SETTE GARE VINTE su altrettante disputate sono un bel bottino, ma l'atmosfera che si respira in questi incontri è molto diversa rispetto a quella del campionato, non essendoci in palio questioni cruciali come la retrocessione. In altre parole il problema non sarebbe tanto tecnico quanto di motivazione o di concentrazione. In ogni caso la proprietà si attende una risposta sul campo a partire da domenica 9 dicembre quando al PalaDozza arriverà Sassari. A RILENTO Brian Qvale, capitano della Virtus (Ciamillo) Massimo Selleri ¦ Bologna NON SFRUTTARE la pausa per prendere una decisione è una tattica che piace poco all'azionista di riferimento della Virtus, vale a dire a Luca Baraldi che si muove per conto di Segafredo. La questione è molto semplice, al di là dell'infortunio di Kelvin Martin c'è un giocatore che in questo momento sta deludendo quelle che sono le aspettative su di lui. Non è un segreto che il suo nome sia Brian Qvale e che a sua giustificazione c'è il fatto che la schiena è uno dei punti deboli del corpo umano quando si parla di un atleta alto 210 centimetri. La proprietà, o meglio chi ci mette i quattrini, non chiede di cam- biare a tutti i costi, ma pretende che si abbia la coerenza della posizione presa: se si ha fiducia nel centro statunitense allora deve essere piena e convinta. Se invece si pensa che la V nera non possa permettersi di aspettare i tempi necessari per il miglioramento allora si vada sul mercato, ma ci si deve andare a colpo sicuro, ingaggiando un giocatore che sposti gli equilibri veramente. Quella che si apre lunedì è una settimana di colloqui e di confronti per vedere come chiudere questo capitolo e mettere la squadra nelle migliori condizioni di lavoro. Per centrare la final eight di Coppa Italia la V nera in campionato non può più permettersi passi falsi e se è vero che nelle sette sioma- Non ci sarà Martin, ma resta il fatto che questo incontro è cruciale per non rendere ancora più complicato il cammino verso la final eight. Anche i sardi non se la passano affatto bene dal punto di vista dei risultati e a Bologna verranno a cercare un successo che dia il segno della svolta, per cui sarà un bel braccio di ferro sul piano della determinazione e che servirà, anche, per capire se questa Virtus è competitiva sul piano del carattere. © RIPRODUZIONE RISERVATA