Alma, ora la salvezza e un futuro da grande Mauro: «Interventi sul mercato solo in prospettiva». Under 18 alle Final 8 Mauro: Alma, ora la salvezza, tra un anno big «L'obiettivo è consolidarci presto nella media-alta classifica. Siamo dove speravamo, immagino di girare la boa a quota 12» Roberto Degrassi TRI ESTE Per ora si viaggia sulla strada per centrare l'obiettivo di una serena salvezza, poi dall'anno prossimo...«Consolidamento con un posto stabile nei play-off perchè vogliamo abitare la media-alta classifica». Gianluca Mauro, amministratore delegato dell'Alma, traccia le linee per il futuro biancorosso. La pausa del campionato per le Nazionali è anche l'occasione per un bilancio dei primi due mesi di campionato e guardare avanti. Otto punti in otto turni. Ci avrei messo la firma, qualche settimana fa, dopo quella serie di infortuni. Siamo dove ci sarebbe piaciuto essere. Ora ci aspetta una fase contro avversarie che ci stanno davanti. Sarebbe bello girare la boa di metà campionato a... Dodici punti sembrano un traguardo realistico. Sarebbe importante riuscire a vincere almeno una volta in trasferta. E non dimentichiamo che qualcuna di quelle che abbiamo alle spalle si rinforzerà. Penso a Brescia e a Trento. Importante vincere fuori perchè PAllianz Dome dà garanzie di tenuta anche in serie A. Ormai tutti hanno capito che chi viene ad affrontarci qua farà fatica. Tanto pubbli- co caldo ma corretto. Abbiamo visto in queste settimane impianti belli ma dietro a Milano nelle presenze ci siamo noi. E c'è di più: se sfrondiamo le campagne abbonamenti dalle offerte collaterali e am-menicoli dovremmo essere persino i numeri uno. Seimila al Palasport, quasi una costante. Il segreto in una parola. Il realismo. La società non ha alimentato false aspettative e ha sempre parlato di una buona salvezza, il pubblico non ha mai forzato la mano e affronta questa stagione con rispetto e senso della misura. L'ambiente aiuta. Trieste dà fiducia se non trasbordi. Nomini il suo Mvp di inizio stagione. In tanti hanno fatto bene, qualcuno ha sorpreso in positivo, come Strautins o Mosley. Cavaliero da applausi... Daniele sta vivendo una seconda giovinezza. E lo sta facendo nella sua Trieste. Meglio di così. Walker è finora l'unica scommessa mancata. E le vostre eventuali operazioni di mercato ruotano attorno a quell'interrogativo. Walker sì no, trattenere Silins nonostante le offerte di Avellino, andare su un esterno straniero diverso. Che si fa? Speravamo che Walker fos- «Teniamo d'occhio il mercato ma vogliamo una pedina su cui investile» se il Green della situazione e non lo è stato. Quando potremo considerarlo recuperato ci metteremo attorno a un tavolo, per una riflessione tecnica. Il mercato lo teniamo d'occhio, inutile negarlo. Sul mercato inseguendo quale identikit? Rispettando una scelta già fatta con successo negli ultimi anni. Non faremo interventi di mercato che non abbiano una prospettiva per il futuro. Abbiamo preso in questi anni Cittadini e Fernandez a stagione in corso pensando già al campionato successivo. Potrei dire che sarebbe bello prendere, butto un nome, Dominique Johnson che mi fa 30 punti e magari mi porta a un giro di play-off. Però se in giugno lo perdo perchè ha offerte più importanti, io cosa ci ho ricavato? Meglio, se trovo un'occasione, prenderla pensando al domani. A proposito di volti nuovi. Nella compagine societaria si affacciano novità? Stiamo valutando. Trieste è una realtà che piace, forse per qualche nuova sponsorizza- zione di supporto ci saranno consolidare l'esistente. La se- questo il vero anno zero sviluppi ma intanto meglio rie A è impegnativa. Per noi è r-.-.M.!i:rii..iA!.i..:iihiriiHiiiii-M;-;!.i-"..'Aii I VOLTI Tra presente e futuro A sinistra Gianluca Mauro esultante. Una scena perfortuna ripetutasi spesso all'Allianz Dome. Sopra Alessandro Nocera, il tecnico dell'Under 18 bianco-rossa che battendo la Reyer approda alle Final Eight della NextGenCup