Cantù, vacanze finite Manca solo Jefferson s T E Jefferson prolunga la "libera uscita" Ma non scatta l'allarme Basket serie A. Ieri alla ripresa degli allenamenti mancava solo lui nelle file dell'Acqua San Bernardo Dal club il permesso di rientrare tra oggi e domani FABIO CAVAGNA CANTÙ Unico assente Davon Jefferson ieri pomeriggio al "Tota Caimi" in occasione della ripresa degli allenamenti della Pallacanestro Cantù. Di quella che prima della sosta per le Nazionali avevamo lasciato come Red October e che nel frattempo ha aggiornato le proprie insegne in Acqua San Bernardo. Come qualcuno peraltro paventava nei giorni scorsi, mancava dunque il trentaduenne californiano all'appello di coach Pashutin. Davon atteso con la famiglia A detta informalmente del club brianzolo, quello di Jefferson non si annuncia un caso né sarà destinato a diventarlo poiché il giocatore ha ricevuto l'autorizzazione della stessa società biancoblù a prolungare la propria permanenza negli Stati Uniti. Edomani,alpiù tardi, lo si ritroverà ad allenarsi in Brianza accompagnato questa volta nella trasferta di lavoro dalla moglie e dai tre figli. Un segnale evidente, almeno cosìlosivuol leggere, che l'ala Usa ritiene di poter restare ancora a lungo da queste parti. Dopo l'ultima partita giocata domenica scorsa a Trieste erano rientrati negli States anche Gerry Blakes e Ike Udanoh, mentre dall'altra parte dell'oceano già da quasi una settimana si trovava Tony Mitchell, partito all'indomani del match precedente con Pesaro a causa di un lutto familiare. Quanto agli altri due americani di stanza a Cantù, Shaheed Davis ha optato per restare in Italia in compagnia di moglie e bimbo, mentre Frank Gaines ha scelto di soggiornare qualche giorno a Londra con la compagna. Anche Evgney Pashutin ha approfittato della sosta per godersi qualche giorno di vacanza all'estero, più precisamente in Ungheria a casa della moglie che, appunto, è magiara. E ieri, al "Caimi", si è rivisto il solito Pashutin propositivo e con il sorriso sulle labbra che abbiamo imparato a conoscere in questi suoi primi mesi di permanenza in Italia. E coadiuvato da Nicola Brienza - ma non più anche da Kiril Bolshakov che negli ultimi giorni ha rescisso il contratto facendo ritorno in Ucraina - il tecnico russo ha diretto il primo allenamento con vista sul derby di domenica a Desio contro Milano. Sfida nella quale dovrebbe tornare a "tempo pieno" Sasà Parrillo che dopo aver riassaggiato per qualche minuto il parquet a Trieste ha lavorato tutta la scorsa settimana per mettersi definitivamente alle spalle l'infortunio patito prima della partita contro Reggio. Arrigonivcrsoilno? Oltre a Bolshakov, non c'era più neppure Jonathan Tavernari che proprio ieri ha debuttato con Scafati in serie A2 perdendo di brutto (-32) a Capo d'Orlan- do: ebbene ritalo-brasiliano ha segnato 2 punti in 23' con 0/13 al tiro (0/8 da 3). In conclusione, un paio di anticipazioni. Oggi Bruno Arrigoni dovrebbe sciogliere la riserva riguardo un suo rientro - seppur in un ruolo nonbaricentrico - alla Pallacanestro Cantù anche se parrebbe prevalere il proposito da parte dell'ex gm canturino di non aderire all'invito. Inoltre, è attesa a breve la comunicazione ufficiale da parte della Lega che la partita casalinga del 30 dicembre contro Pistoia sarà anticipata a mezzogiorno. Davon Jefferson, 32 anni, sta per rientrare dagli Stati Uniti