Red October, obiettivo raggiunto alla Next Gen Cup: final eight Jona Di Giuliomaria Under 18 11 successo contro Brescia ha spalancato le porte ai canturini verso lefinali di Firenze a metà febbraio NonsbaglialaRedOcto-ber Cantù nello "spareggio" contro Brescia (70-58), nell'ultima e decisivagaradelgironediVarese, e così la squadra di Antonio Visci-glia stacca il pass per le finali nazionali della Next Gen Cup. Il nuovo e prestigioso torneo ideato dal- la Lega e riservato alle formazioni Under 18 delle sedici società di serie A, ha infatti promosso apieni voti i canturini, che a Masnago si aggiudicano il secondoposto (2-1) dietroipadronidicasa(3-0) eda-vantiaBrescia(l-2)eToiino(0-3). Gli altri concentramenti erano a Bologna, Pistoia e Venezia; si qualificavano le prime due di ciascuno. La Red October avrà dunque l'onore di scendere in campo nella final-8 chiesi disputeràametàfeb-braio a Firenze in occasione della Coppa Italia di serie A. Cantù incontrerà Pesaro, Pistoia e Trieste; dall'altra parte Varese, Trento, Avellino e Reggio Emilia Le prime due si affronteranno nella final-four. Varese e Cantù erano le teste di serie del concentramento, non fosse altro perché sono le capolista dei rispettivi campionati, ma il fatto che fossero ammessi tre prestiti e die Cantù non ne facesse uso rischiava di spostare qualche equilibrio ai danni dei brianzoli, che già di per sé hanno giocato senzaalcun2000. Invece dopo la sconfitta nel derby con i varesini (90-67),laRedOctobersièrisolle-vataregolando Torino (77-53,41-24) evincendo il match decisivo con Brescia (70-58). Una gara que-stainsalitanellaprimaparte (10-20al9'e24-32all7')erimastain equilibrio fino al 25' (44-43). Poi un grande Cucchiaro (19 punti e 25 di valutazione) trascinaican-turini che fanno ilbreak (53-43 al 28') e restano davanti (61-49 al 330- «Se con Varese avevamo sbagliato a mollare negli ultimi 5', e con Torino Cucchiaro era stato super a mettere in ritmo la squadra, contro Brescia la differenza l'hafattalanostrapanchina, adi-spetto delle assenze (Pozzi e Zivia-ni, ndr) e dei prestiti che hanno alzato il livello degli avversari -spiega Visciglia-. Sarà un'espe-rienzamoltobellafarele finali con la serie A e aggiungo che come Progetto Giovani ci tenevamo moltissimo ad arrivarci, portando lamagliadellaPaUacanestroCan-tù». Simone Clerici