Basket ¦ Niente festa per l'Italia, che a Danzica perde 94-78 contro la Polonia ed è costretta ad aspettare febbraio per provare a staccare il biglietto per i mondiali di Cina del 2019. Gara diversa dalla vittoria azzurra dell'andata (101-82 lo scorso settembre), rispetto a cui Sacchetti non aveva a disposizione capitan Dato-me, Melli, Della Valle e Niente festa per l'Italia in Polonia Brooks: stavolta l'equilibrio della sfida di Bologna ha lasciato spazio alla partenza bruciante dei polacchi, che già nel primo quarto scavano il solco e toccano il +13 grazie a Ponitka e Sokolowski, autore della tripla che a ridosso intervallo respinge il tentativo di rimonta azzurro guidato da un pimpante Abass. Arado- n e compagni accorciano fino al -6 nel terzo periodo, con Gentile che concretizza un gioco da quattro punti grazie a una tripla di tabella, ma nella frazione conclusiva la Polonia si produce in un nuovo allungo che vale la partita. Non la differenza canestri nel confronto diretto, che sorride ancora alla formazione di Sacchetti. L'operazione mon- diale è rimandata a febbraio, quando l'Italia - che manca dalla rassegna iridata da 13 anni dopo l'ultima apparizione ai mondiali giapponesi del 2006 - affronterà Ungheria e Lituania: per volare in Cina sarà necessario vincere uno dei due incontri. Fab. Cic.