BASKET Italia-Ungheria a Masnago? Il sogno può diventare realtà Varese si candida a ospitare l'ultima gara interna di qualificazioni ai Mondiali fra Italia e Ungheria il prossimo 22 febbraio. Oggi i sopralluoghi, poi il probabile "sì" della Fip. Italia a Masnago, si può fare basket Enerxenia Arena probabile sede del match con l'Ungheria del 22 febbraio Oggi si terranno i sopralluoghi Se saranno positivi la Fip dirà sì allo storico evento La Pallacanestro Varese prova a portare l'Italbasket all' E-nerxenia Arena in occasione della sfida contro l'Ungheria che potrebbe valere la qualificazione ai Mondiali del 2019 in Cina. La società di piazza Monte Grappa, che gestisce l'impianto di piazzale Gramsci in virtù della convenzione con il Comune, ha presentato la candidatura per ospitare la gara in calendario per giovedì 22 febbraio che completerà il percorso casalingo degli azzimi nel girone eliminatorio per l'accesso alla rassegna iridata. L'evento era stato già assegnato al PalaMacchia di Livorno, ma la concomitanza con il concerto di Emma Marrone (in programma martedì 20, ma le regole FIB A impongono che il campo sia disponibile da 48 ore prima della palla a due) ha costretto la FIP a cercare alternative in tempo rapidi. Varese si era già fatta avanti nei mesi scorsi, proponendosi per i prossimi eventi -a partire dalle qualificazioni per gli Europei del 2021 in programma dall'autunno 2019 all'inverno 2021 - dell'attività della Nazionale durante le finestre nel corso deUa stagione. Ma l'opportunità spalancatasi dopo il no di Livorno ha indotto il club biancorosso a provare ad anticipare i tempi. E stato il consigliere Toto Bulgheroni a muoversi con il presidente federale Gianni Petrucci, offrendo la disponibilità del palasport di Masnago per un evento che costitui- rebbe una novità assoluta nella pur gloriosa storia del "Lino Oldrini" datato 1964. Varese ha già ospitato una partita della Nazionale nell'agosto 2003, con gli azzurri di Carlo Recalcati che sfidarono la Grecia in un'amichevole di preparazione agli Europei di Svezia. Ma l'eventuale assegnazione di Italia-Ungheria sarebbe la prima assoluta dell'Enerxenia Arena in una manifestazione ufficiale FIB A: «Sarebbe un evento eccezionale che ci terremmo moltissimo ad ospitare a Varese - conferma Bulgheroni -. Una richiesta formale è stata presentata, servono verifiche a livello strutturale per capire se la nostra casa è idonea, ma se ci fossero le condizioni saremmo ovviamente lietissimi di ospitare l'Italia a Varese, Meglio ancora se contro l'Ungheria, con la chance di festeggiare in casa l'accesso ai Mondiali». E a confermare lo spessore della candidatura è il fatto che oggi è previsto il sopralluogo dei tecnici di Master Group - la società che detiene i diritti organizzativi delle manifestazioni della Nazionale - per verificare la piena rispondenza dell'impianto ai criteri richiesti per ospitate l'Italbasket. Non è questione di capienza - la FIB A impone un minimo di 5mila posti, Masnago è omologato per 5.107 - né di strutture, ma di spazi per sponsor e TV; se non ci saranno ostacoli di natura logistica, Varese sembra la favorita naturale rispetto al ritorno nelle ultime due location di Bologna e Brescia. Di sicuro sarebbe una sede oltremodo gradita per Meo Sacchetti: il et. dell'Italbasket sarebbe un grande richiamo per i tifosi della città dove risiede tuttora dopo essere stato capitano e bandiera dal 1984 al 1992 del club biancorosso. La decisione finale spetterà al Consiglio Federale in programma giovedì a Roma, ma se le verifiche odierne accenderanno il semaforo verde le chance di vedere FItalbasket a Varese saranno altissime... Giuseppe Sciascia 'e. RIPRODUZIONE RISERVATA L'Enerxenia Arena è a un passo dall'ospitale la sfida dell'Italia contro l'Ungheria (Blitz)