Risultato di grande spessore ottenuto dalla formazione under 18 biancorossa I ragazzi di Nocera vanno alle final eight «Se lo meritano» La squadra festeggia dopo la vittoria su Venezia L'IMPRESA Entrare nel ristretto novero delle migliori società d'Italia, un sogno che gli under 18 dell'Alma hanno realizzato grazie al weekend speciale vissuto al Taliercio di Mestre. Inserita nel girone comprendente Dolomiti Trento, Banco di Sardegna Sassari e Reyer Venezia, la formazione triestina ha centrato la qualificazione alle final eight della manifestazione in programma dal 14 al 17 febbraio al Mandela Forum di Firenze. Definiti gli accoppiamenti dei quarti, saranno Varese- Avellino, Trento-Reggio Emilia, Pesaro-Can-tù e Pistoia Trieste a giocarsi il titolo. «Grande soddisfazione per la nostra società- racconta il tecnico Alessandro Nocera- e per tutti i ragazzi che questo obiettivo l'hanno rincorso e ottenuto dimostrando grinta, carattere e determinazione. Sono stati encomiabili, bravi ad anteporre gli interessi della squadra a quelli del singolo. Durante le finali più volte ci siamo detti "vogliamo andare a Firenze", il fatto di esserci riusciti è il premio agli sforzi e al grande impegno che ognuno dei ragazzi ha profuso sul parquet». Una squadra, quella guidata da Nocera, che grazie al lavoro di scouting ha potuto contare su alcuni innesti importanti. Hanno contribuito alla qualificazione Carlino, italo-danese proveniente dal Copenaghen, il macedone Kakru-ki oltre al torinese Castellino. Ma è stata triestina l'ani- ma che ha consentito all'Alma di centrare la qualificazione. «Sono rimasto impressionato dal grande torneo disputato da Deangeli - continua Nocera. Lodovico è stato premiato mvp della manifestazione e devo dire che si è meritato davvero questo titolo. Lui ma non solo se è vero che Schina ha guidato con personalità i compagni, Milic è stato solido in tutte le partite, Arnaldo ha dimostrato di essere in grande crescita, Comelli ci ha dato tanto sotto diversi punti di vista e Balbi è stato fondamentale nella partita vinta contro Sassari. Faccio questi nomi ma tutti, davvero, hanno contribuito al successo finale esaltando il significato della parola squadra». Testa a Firenze adesso e a una fi-nal-eight che si prospetta durissima. «Ci confronteremo con la crema del basket giovanile italiano- conclude Nocera- e questo è sufficiente a spiegare l'ottimo livello e la qualità di pallacanestro che porteranno in campo le nostre avversarie. Noi, come abbiamo fatto a Venezia, ci presenteremo con la voglia di dare il massimo pensando a una gara alla volta. Passo dopo passo, cercheremo di dare sostanza ai nostri sogni». L.G.